Condividi

POLAR CODE. IL CATERPILLAR DEGLI YACHT. AL MONACO YACHT SHOW 2015, L’OLANDESE DAMEN GROUP HA SVELATO IL PROGETTO SEAXPLORER, UN SUPERYACHT IN GRADO DI NAVIGARE SIA NELLE TERRE PIU’ REMOTE E OSTILI COME GROENLANDIA E ANTARTIDE SIA NEI CALDI PARADISI TROPICALI. E’ DISPONIBILE IN TRE VERSIONI: 65 METRI (12 OSPITI, 20 MEMBRI EQUIPAGGIO, VELOCITA’ 15 NODI, MOTORI DA 3.500 kW, 1 ELICOTTERO), 90 METRI (22 OSPITI, 36 MEMBRI EQUIPAGGIO, VELOCITA’ 16 NODI, MOTORI DA 6.000 kW, 1 ELICOTTERO) E 100 METRI (30 OSPITI, 50 MEMBRI EQUIPAGGIO, VELOCITA’ 16 NODI, MOTORI DA 6.000 kW, 2 ELICOTTERI).

Il SeaXplorer, superyacht presentato dal Damen Group, è un vero e proprio Expedition yacht. Sarebbe in grado, anche grazie alla particolare forma dello scafo “Sea Axe style” (exterior design dello studio Azure Yacht Design and Naval Architecture), di rompere addirittura il ghiaccio artico.

Sembrerebbe che l’idea di questo progetto innovativo nasca a seguito delle richieste di alcuni clienti della realtà olandese di trasformare i propri pescherecci professionali in confortevoli yacht in grado di “navigare oltre i confini”.

Lo sviluppo dei 3 modelli (213ft, 295ft e 328ft), avvenuto sotto la supervisione di Mark Vermeulen, ha richiesto, con il supporto di un piccolo modello in scala, migliaia di ore in ricerca e test in “vasca ghiaccio”.

Gli armatori avrebbero, ovviamente, la possibilità di personalizzare gli interni  in modo da renderli lussuosi e più confortevoli possibili.

Questa nave da crociera privata, in grado di accogliere un massimo 80 persone (nella versione di 100 metri di lunghezza), è provvista di vasca idromassaggio sul ponte superiore. Può disporre di un massimo di 2 elicotteri (versione 100 metri) e di uno spazio dedicato a un piccolo sottomarino per avventure nelle profondità marine.

In grado di raggiungere una velocità massima di 16 nodi (29,63 km/h), SeaXplorer garantirebbe una navigazione senza scali per un massimo di 40 giorni.

Rob Luijendijk, managing director di Amels, la divisione di costruzione navale del Damen Goup, ha dichiarato: “… Il  SeaXplorer è qualcosa in più di un bel rendering. Si tratta di una gamma del tutto sviluppata. Circa il 90% dei superyacht non può avventurarsi al di là del Mediterraneo e dei Caraibi che rappresentano solo il 6% delle coste del mondo e il 1,5 % della superficie totale degli oceani“.

Il prezzo? Supererà sicuramente i 100 milioni di euro.