Condividi

TI PORTO ALLA LUCE. IL NUOVO AUDEMARS PIGUET ROYAL OAK TOURBILLON EXTRAPIATTO SCHELETRATO E’ ORA DISPONIBILE, SEPPUR IN EDIZIONI LIMITATE, IN ORO ROSA (50 PEZZI) E ACCIAIO INOX (100 PEZZI). AL SUO INTERNO BATTE IL CALIBRO MANUALE DI MANIFATTURA 2924.

Era il 2012 quando, per celebrare i primi quarant’anni del Royal Oak, venne presentato il primo Royal Oak Tourbillon Extra-piatto con cassa in platino. L’anno scorso ne fu presentata la versione in oro giallo. Quest’anno al SIHH 2017 ne hanno presentato due nuove edizione limitate: in oro rosa 18kt spazzolato (Ref. 26518OR.OO.1220OR.01, 50 pezzi, prezzo su richiesta) e in acciaio inox (Ref. 26518ST.OO.1220ST.01, 100 pezzi, 204.800 euro).

Questi due modelli saranno gli ultimi Royal Oak extra-piatti scheletrati prodotti con questo particolare design nella scheletratura, una tecnica certosina che necessita maestria e pazienza alla ricerca del perfetto equilibrio tra la beltà dei componenti scheletrati e la precisione delle prestazioni meccaniche dell’orologio. Si potrebbe paragonare l’arte della scheletratura al “lavoro” che ciascuno di noi cerca di fare su su stesso; il conoscersi, lo studiarsi e l’equilibrare alcuni aspetti di noi, magari nascosti, che necessitano di essere prima “lavorati” per poter poi essere meglio compresi se non anche ammirati. Scoprirsi può far paura ma ci consente di mostrarci per quello che in realtà siamo nella nostra completezza.

Entrambi i modelli, impermeabili fino a 20 metri e con fondello in vetro zaffiro antiriflesso, sono equipaggiati con il calibro manuale Audemars Piguet 2924 (4,46 mm di spessore, 216 componenti, 21.600 a/h, tourbillon, riserva di carica con un minimo di 70 ore di autonomia di marcia).

Il quadrante grigio ardesia è scheletrato e presenta indici applicati e lancette Royal Oak in oro rosa con rivestimento luminescente. Il bracciale con fibbia pieghevole AP è, a seconda della referenza, in oro rosa 18kt o acciaio inox.