Condividi

SPORTIVA CON SOSTANZA. SE L’IMPERATIVO E’ “CHI-SE-NE-FREGA DEL BRAND” E L’IMPORTANTE E’ GUIDARE ALLORA L’OCTAVIA RS E’ LA BERLINA (O STATION WAGON) SPORTIVA CHE FA PER VOI.

Skoda ha scelto l’esclusiva ed eccitante kermesse del Festival of Speed di Goodwood del prossimo luglio per la presentazione ufficiale della nuova generazione della Skoda Octavia RS, con carrozzeria berlina o station wagon.

Tutto il meglio della progettualità tedesca è racchiuso in un corpo vettura che altro non potrebbe definirsi, almeno secondo i canoni del gusto più “occidentale”, pragmatica e razionale secondo la filosofia dell’EST Europa.

La nuova Octavia RS fa un deciso balzo in avanti nelle dimensioni: più lunga di 88 mm (la station wagon di 86 mm), più larga di 45 mm e con un passo maggiorato di 102 mm.

Il look sportivo è accentuato dal cofano anteriore dotato di nervature e dal frontale aggressivo con prese d’aria dedicate. Nella vista laterale spiccano le ruote in lega da 17″ e in coda il doppio terminale di scarico (sulla berlina si può montare uno spoiler che aumenta ancora di più l’immagine sportiva.

2.0 TSI o 2.0 TDI?

La versione RS della gamma Octavia viene proposta con due motorizzazioni: da un lato il 2.0 TSI benzina (turbo, 16 valvole, iniezione diretta) con 220 Cv o il 2.0 TDI da 184 Cv, entrambi abbinati alla trasmissione manuale a 6 marce.

Il primo consente uno scatto sullo 0-100 in 6″8 e 248 km/h di punta massima. Il secondo, pur privilegiando i consumi, è comunque dotato di ottime prestazioni: 0-100 in 8″1 e 232 km/h di velocità massima raggiungibile.

In alternativa al cambio meccanico, naturalmente, si può montare il semiautomatico DSG a doppia frizione.

DI SERIE

– Lane Assistant
– Multi-Collision Braking
– Crew Protect Assistant
– Driver Activity Assistant
– Differenziale elettronico XDS
– Controllo di stabilità ESC

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.