Condividi

IL GRANDE RITORNO DEL SANTO GRAAL DEGLI OROLOGI. A GINEVRA, IL PROSSIMO 14 NOVEMBRE 2104, SOTHEBY’S METTERA’ ALL’ASTA L’OROLOGIO PIU’ AMMIRATO DAI CULTORI DELLE GRANDI COMPLICAZIONI MECCANICHE: IL PATEK PHILIPPE THE HENRY GRAVES SUPERCOMPLICATION.

L’orologio da tasca Patek Philippe The Henry Graves Supercomplication, vero e proprio modello icona del XX secolo, è una perfetta combinazione tra la bellezza rinascimentale e la minuziosa tecnica orologiera opera dei “custodi del tempo”.

Considerato l’orologio più famoso al mondo, The Henry Graves Supercomplication verrà proposto all’asta da Sotheby’s il prossimo 14 novembre 2014 a Ginevra in occasione del 175° anniversario dalla fondazione della storica Maison svizzera fondata nel 1839.

Nel 1925, quest’incredibile segnatempo che vanta 24 complicazioni (per 56 anni è stato l’orologio più complicato al mondo), fu commissionato a Patek Philippe dal noto banchiere americano Henry Graves.

Venne completato nel 1933 dopo 8 anni di lavoro di cui 3 di ricerca e 5 di fatiche da parte di tecnici e Maestri orologiai.

Sul quadrante, oltre alla lettura dell’ora, sono presenti le complicazioni del calendario perpetuo, delle fasi lunari, del tempo siderale, della riserva di carica, delle indicazioni per l’ora del tramonto, dell’alba e del cielo notturno di New York, luogo in cui risiedeva il banchiere.

Proposto da Sotheby’s nel dicembre del 1999 in occasione della vendita dedicata a 81 capolavori del Time Museum, fu venduto, partendo da una stima di 3.5 milioni di dollari, per la cifra record di 11 milioni di dollari diventando l’orologio più costoso mai venduto ad un’asta.

Ora la stima supererebbe i 12,5 milioni di euro.