Condividi

PUNGIMI, FAMMI MALE!. FINALMENTE ECCO L’ABARTH 124 MA, ANCORA MEGLIO, ECCO LA 124 RALLY CON MOTORE DELL’ALFA 4C POTENZATO. LA 124 ABARTH SPOLVERA VIA LA NOIA CREATASI CON LA 500, BELLA, ICONICA ED EMOZIONALE (LA 695 BIPOSTO E’ UNA VERA INSTANT-CLASSIC) MA ORMAI GIUNTA “OLTRE” LA MATURITA’. IL MOTORE E’ IL 1.4 TJET CON “ADEGUATA” CAVALLERIA, IL PESO E’ DI POCO SUPERIORE ALLA TONNELLATA. CHI SCEGLIERESTE TRA LEI E LA MAZDA MX5 CHE LE PRESTA TELAIO E SOSPENSIONI?

La tanto attesa Abarth 124 è arrivata al Salone di Ginevra, dando – finalmente – una sferzata di novità alla gamma e una vera iniezione di entusiasmo negli appassionati dello Scorpione.

La piccola roadster giappo-torinese (con capote rigorosamente ad azionamento manuale – arriverà anche l’hardtop), come noto, nasce sulla piattaforma della nuova Mazda MX5, con cui condivide telaio e architettura generale delle sospensioni. Sull’Abarth è stato rivisto l’assetto (più sportivo) e sono stati montati ammortizzatori Bilstein, abbinati a barre antirollio maggiorate e una barra duomi anteriore. Il motore scelto è il noto 4 cilindri 1.4 T-Jet con 170 Cv di potenza (arriverà una versione con 190 Cv) e 250 Nm di coppia massima. E’ accoppiato a un cambio meccanico a 6 rapporti (o al Sequenziale Sportivo Esseesse a 6 marc con comandi al volante) e, ovviamente, trazione posteriore.

Lo schema telaistico si completa con cerchi in lega da 17″ su canale da 7″ e impianto freni Brembo con dischi anteriori da 280 mm di diametro e pinze a 4 pompanti (con ABS, EBD, controllo del rollio ERM e il controllo di stabilità ESC di serie).

La posizione del motore, dei sedili e degli organi di trasmissione hanno permesso di realizzare una perfetta distribuzione dei pesi: 50 – 50% tra anteriore e posteriore. Il peso, contenuto in soli 1.060 kg, consente uno 0-100 in 6″8 e velocità di punta di 232 km/h.

Per consentire al pilota differenti modalità di guida, l’Abarth 124 è equipaggiata con il Drive Mode Selector, con settaggi “Normal” e “Sport”, per avere la possibilità di tenere uno stile di guida sportivo o disimpegnato. Nella guida votata al divertimento, il sistema rende più reattiva la coppia, la sensibilità del gas, la soglia di intervento dell’elettronica e il sound di scarico – impianto Record Monza di serie – (se è presente il cambio semiautomatico, la gestione delle cambiate è più sportiva).

ABARTH 124 RALLY

A sorpresa debutta al Salone di Ginevra 2016 l’Abarth 124 Rally, progetto SE139 (sigla che riprende e continua la storica numerazione dei progetti sportivi Abarth), prototipo sviluppato dalla Squadra Corse Abarth, pronta per le corse grazie all’omologazione in categoria FIA R-GT. Rispetto alla vettura di serie il peso complessivo è sceso fino a 900 kg eliminando molta componentistica superflua. Tutto il telaio è stato irrigidito grazie anche al montaggio di una gabbia roll-bar. Le sospensioni hanno una cinematica specifica e sono regolabili in 4 posizioni. Sotto il cofano, in motore anteriore-centrale, c’è il 4 cilindri turbo da 1.750 cc della Alfa Romeo 4C, portato a 300 Cv. Reca, sulla parete della catena di distribuzione, perfettamente visibile alzando il cofano, l’altisonante scritta (“1800 bialbero” come la Fiat-Abarth 124 Rally degli Anni 70).

DI SERIE

L’Abarth 124 dispone, come equipaggiamento base di serie, di:

  • Cofano anteriore e posteriore in nero opaco (elementi in tinta disponibili senza sovraprezzo)
  • Rivestimenti parziali in Alcanara
  • Impianto audio con 4 altoparlanti
  • Airbag frontali e laterali
  • Cofano attivo contro urto-pedone
  • Fari posteriori a led
  • luci anteriori fendinebbia
  • Immobilizer
  • Sedili e volante in pelle
  • sistema Keyless
  • Compter di bordo
  • Climatizzatore manuale
  • lettore MP3 con ingressi AUX e USB
  • Specchi esterni a regolazione elettrica
  • Cruise control

Accessori a richiesta:

  • Pack Sound Plus (1.500 Euro)
  • Pack Visibility Plus (1.800 euro)
  • Navigatore satellitare (610 euro)

PREZZO

L’abarth 124 costa 40.000 euro chiavi in mano. Se si aggiunge il cambio semiautomatico il prezzo cresce a 42.000 euro.

Di serie è proposta con colore nero San Marino metallizzato. Altre colorazioni disponibili: rosso Costa Brava e bianco Turini pastello (500 euro), blu Isola d’Elba e Grigio Portogallo, entrambi metallizzati (700 euro). I colori di carrozzeria sono abbinati a interni neri o bicolore nero/rosso

speciale-geneva-2016-logo-0-100-small

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2016

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.