Condividi

LASSU’, NELL’ALTO DEI CIELI. AL SIHH IWC INAUGURA UN 2016 RICCO DI NOVITA’: 1) ALLARGA LA GAMMA DEGLI OROLOGI PILOT A UN KING SIZE DA 55 mm E, DALL’ALTRO LATO, A UNA PICCOLA VERSIONE 36 mm PER POLSI PICCOLI E AGGRAZIATI. 2) RINNOVA LA COLLABORAZIONE CON LA FONDATION ANTOINE DE SAINT-EXUPERY E PRESENTA UNA NUOVA SERIE DI MODELLI DEDICATI AL PILOTA/ROMANZIERE E AL SUO PEROSONAGGIO PIU’ FAMOSO, IL PICCOLO PRINCIPE. 3) AGGIORNA LA GAMMA DEI MODELLI PIU’ ICONICI CON FUNZIONI PIU’ SEMPLICI E STILI PIU’ VICINI ALLA TRADIZIONE. 4) APRE I SUOI MODELLI A UNA NUOVA GAMMA DI CINTURINI REALIZZATI IN ESCLUSIVA DA SANTONI, SPECIALISTA DELLA PELLE.

IWC Pilot’s Watch Timezoner Chronograph (ref. IW395001). Dispone di una funzionalità unica in orologeria: consente di regolare un altro fuso orario, compresa la data (si aggiorna automaticamente se si sposta l’indicazione dell’ora locale superando la mezzanotte) e l’indicazione delle 24 ore premendo e ruotando la lunetta fino alla posizione desiderata. Questa azione non ha effetto sul movimento e la lancetta dei minuti, che permettono all’orologio di segnare sempre l’ora esatta.
A ore 12, invece, il piccolo contatore del cronografo misura ore e minuti insieme (i secondi sono affidati alla lancetta centrale) mentre i secondi continui sono visualizzati a ore 6. Il calibro di manifattura IWC 89760, contenuto nella grande cassa da 45 mm, pulsa a 28.800 alternanze l’ora e fornisce 68 ore di autonomia.

IWC Big Pilot’s Heritage Watch 55 (ref. IW510401). Al SIHH 2016 debutta il più grande orologio dal polso della storia di IWC. Esso eguaglia le proporzioni del Big Pilot’s Watch (calibro 52 T.S.C., presentato nel 1940) che, con 55 mm, era il king size di tutta la gamma. Proposto in edizione limitata di soli 100 esemplari, questo gigantesco orologio da aviatore si rivolge soprattutto ai collezionisti e agli appassionati di modelli da aviatore. La cassa in titanio (sabbiato), compensa un peso notevole viste le dimensioni: ben 150 grammi (contro i 183 del suo predecessore). Lo stile, volutamente vintage, si rifà alla tradizione di questa categoria di segnatempo. La minuteria, i numeri arabi e le lancette ad elica sono color beige, proprio come nel modello originale. A differenza del 52 T.S.C. tuttavia, il Big Pilot’s Heritage Watch 55 ha i secondi indicati da un piccolo contatore alle 6. All’epoca era fondamentale che pilota e navigatore sincronizzassero i propri orologi con una precisione al secondo: a tale scopo, si fermava l’orologio tramite un dispositivo di arresto del bilanciere, azionabile estraendo la corona (ma il calibro IWC 98300 a carica manuale – 18.000 alternanze l’ora, 46 ore di autonomia – si arresta ancora estraendo la corona). Per maggiore sicurezza, date le dimensioni della corona, è stato inserito un limitatore di coppia che previene una carica eccessiva. Si indossa con un cinturino in pelle prodotto da Santoni in esclusiva per IWC.

IWC Big Pilot’s Heritage Watch 48 (ref. IW510301). Contraddistinto dalla cassa leggermente più piccola rispetto al modello maggiorato, 48 mm, permette qualche maggiore concessione al comfort. Lo stile resta il medesimo: cassa in titanio sabbiato, quadrante nero, indici a numeri romani, piccoli secondi alle ore 6 con dispositivo di arresto, cassa interna in ferro dolce per protezione dai campi magnetici. Monta il calibro di manifattura 59215, 28.800 alternanze l’ora, 192 ore di riserva di marcia (8 giorni). Edizione limitata a 1.000 esemplari.

IWC Big Pilot’s Watch Annual Calendar Edition “Le Petit Prince” (ref. IW502701). La famiglia degli IWC Big Pilot accoglie un modello con calendario annuale, il primo in assoluto in questa collezione. Questa elegante edizione speciale realizzata in edizione limitata di 250 esemplari, si apprezza per la combinazione tra il blu con finitura soleil del quadrante e l’oro rosso della cassa (46 mm). Ispirato al Piccolo Principe, il romanzo capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry, pilota e tecnico aeronautico, ha il suo particolare più affascinante nella forma della massa oscillante, visibile lato fondello: si vede il Piccolo Principe che osserva il cielo con grandi occhi stupiti dal suo minuscolo asteroide ricoperto di fiori. Sul quadrante tre distinte finestre del calendario annuale sotto le ore 12: mese a sinistra, datario al centro, giorno della settimana a destra. I bellissimi indici a numeri arabi di forma retrò in rilievo sono parzialmente interrotti da due piccoli indicatori: riserva di marcia alle 3, piccoli secondi alle ore 9. E’ equipaggiato con il calibro di manifattura 52850 (28.800 alternanze l’ora, 168 ore di autonomia) ed è corredato da cinturino in pelle di vitello marrone scuro di Santoni.

IWC Pilot’s Watch Automatic 36 (Ref. IW324001 ∙ IW324002 ∙ IW324003 ∙ IW324004 ∙ IW324005). In omaggio al Mark 11, che aveva esattamente questo stesso diametro, IWC presenta una nuova variante del Pilot con cassa da 36 mm, ideale per i maschi che desiderano al polso un orologio piccolo e, perché no, al polso femminile desideroso di indossare un modello maschile. Il quadrante, essenziale, presenta solo 3 lancette e la finestrella del datario, a ore 3. E’ disponibile con quadrante ardoise, argentato (con indici azzurrati) o argenté (e indici dorati) è disponibile con cinturino in pelle Santoni (marrone scuro o blu a seconda della referenza) o bracciale in acciaio. Monta il movimento meccanico automatico calibro 35111 con 42 ore di riserva di carica.

IWC Pilot’s Watch Double Chronograph Edition «Antoine de Saint Exupéry» (ref. IW371808). Caratterizzato dal caratteristico quadrante color marrone tabacco e il cinturino in pelle di vitello, è un cronografo prodotto in serie speciale di 1.000 esemplari con cassa in acciaio da 44 mm. Sul fondello riporta l’incisione del Lockheed P-38 Lightning, l’aereo con cui il poeta e pioniere del volo Antoine de Saint-Exupéry effettuò il suo ultimo volo di ricognizione sopra la Francia meridionale il 31 luglio del 1944. Il cronografo è arricchito dalla funzione rattrappante. Azionando la complicazione si azionano due lancette dei secondi: quella rattrapante, sovrapposta a quella cronografica, viene da questa «trascinata» e può essere fermata autonomamente mediante l’apposito terzo pulsante a «ore 10». Quella cronografica continua a girare. Nell’arco di un minuto è così possibile misurare con la precisione di un secondo due tempi diversi. A ore 12 sono indicati i minuti, a ore 6 le ore (e a ore 6 campeggia la “A” di Antoine). A ore 3 due finestrelle indicano datario e giorno della settimana. Il suo funzionamento è gestito dal calibro 79420 (44 ore di riserva di carica).

IWC Big Pilot’s Watch Perpetual Calendar Edition «Antoine de Saint Exupéry» (ref. IW503801). E un prestigioso calendario perpetuo con cassa in acciaio da 46 mm di diametro. Tutti gli indicatori si spostano automaticamente, considerando le diverse lunghezze dei mesi e perfino gli anni bisestili del calendario gregoriano fino al 2100, senza che sia necessario apportare alcuna correzione. Solo quando, una volta ogni cento anni (577,5 anni per le fasi lunari), l’anno bisestile «salta», sarà necessario l’intervento di un orologiaio per adeguare manualmente il calendario. Per la prima volta in un Pilot’s Watch è stato utilizzato il movimento di manifattura calibro 52610 della nuova famiglia di calibri IWC 52000. L’energia prodotta da due bariletti consente un’autonomia di marcia di sette giorni. Lato fondello si ammira il movimento, il rotore in oro rosso con l’indicazione ONE OUT OF 750.

IWC Pilot’s Watch Edition “Le Petit Prince” (Ref. IW500916). Il primo modello dell’edizione speciale per il 2016 dedicata a Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry ha la cassa in acciaio da 46 mm e monta il calibro di manifattura IWC 51111. Sul quadrante di un intenso colore blu, con indici a numeri romani e grandi lancette, si possono leggere anche la riserva di marcia (7 giorni) a ore 3 e il datario a ore 6. La corona di carica è collegata a un sistema di protezione per evitare eccessivo stress sulla molla.

IWC Pilot’s Watch Chronograph Edition “Le Petit Prince” (Ref. IW377714). La versione cronografo del modello precedente si articola su una cassa da 43 mm di diametro, sul cui quadrante sono dislocati i tre contatori (minuti alle 12, ore alle 6, secondi centrali) e il datario e giorno della settimana alle 3. Alle ore 9 i secondi continui sono personalizzati con lancetta rossa. Monta il calibro IWC 79320 (28.800 alternanze l’ora, 44 ore di riserva di carica).

IWC Pilot’s Watch Mark XVIII Edition “Le Petit Prince” (Ref. IW500916). Prosegue
la tradizione del suo storico modello di riferimento, il leggendario Mark 11 del 1948. Contraddistinto da un’eleganza formale discreta, ha tipiche caratteristiche di orologio da aviatore, con quadrante ridotto al minimo per leggere l’ora nel modo più chiaro possibile. La cassa in acciaio da 40 mm ospita un movimento automatico calibro 30110 e dispone di una riserva di carica di 42 ore.

IWC Pilot’s Watch Mark XVIII (ref. IW327001, IW327011, IW327002). Per ovviare ai numerosi errori di posizionamento in volo e alla fragilità stessa degli orologi, alla fine della seconda Guerra Mondiale la RAF incaricò l’IWC di produrre uno strumento di bordo preciso e affidabile. Nel 1949 l’azienda presentò il Navigators Wrist Watch Mark 11 (prodotto fino al 1981 in oltre 8.000 esemplari, ai quali se ne aggiungono altri 1.500 venduti presso i rivenditori IWC nel 1984). A quello storico modello si ispira la collezione Mark XVIII, che si presenta con tre nuovi modelli in acciaio con quadrante nero o argentato. Questo presenta numeri arabi con triangolo bianco con punti laterali, per una più facile lettura, e a «ore 3» è stato collocato il datario. Sul fondello dell’orologio è inciso il nome dell’aereo che ha ispirato questo segnatempo: Ju 52. E’ corredato da cinturino in pelle di vitello nero di Santoni, bracciale in acciaio o cinturini bicolori in tessuto ispirati agli storici cinturini Nato. E’ equipaggiato con il calibro 30100, carica automatica, 28.800 alternanze l’ora, 42 ore di autonomia.

IWC Big Pilot’s Watch (ref. IW500912). Nel 1936 IWC consegnò il primo Special Pilot’s Watch. Il Big Pilot’s Watch nacque nel 1940: calibro 52 T.S.C., cassa da 55 mm, cinturino extralungo per essere indossato anche sopra la tuta. Il grande triangolo con punti laterali, oggi tipico degli orologi da aviatore e ispirato probabilmente agli orologi da rilevazione tedeschi, si trovava sotto la minuteria, a «ore 12». Nel 2002, quando IWC ha ripreso la tradizione dei Big Pilot’s Watches, questo storico elemento di design era stato integrato nella minuteria, eliminando inoltre il numero «9».
Nella nuova collezione del 2016 il tradizionalissimo Big Pilot di IWC torna invece alle origini, con un sobrio restyling estetico: il triangolo torna sotto la minuteria, risultando così maggiormente valorizzato, e anche il «9» torna nella sua posizione originaria. Inoltre, le cifre sono leggermente più grandi e gli indici dei 5 minuti più esili. Monta il calibro di manifattura IWC 51111.

IWC Pilot’s Watch Chronograph (ref. IW377709/IW377710). si presenta nel 2016 con datario semplice e indicazione del giorno della settimana: i designer di IWC hanno deciso di eliminare la tripla data. Sono scomparsi anche i piccoli indici dei 5 minuti posizionati nella parte più esterna della minuteria. Queste scelte si spiegano con l’obbiettivo di tornare ad avere l’aspetto e le caratteristiche dei classici orologi da aviatore: chiarezza e facile leggibilità. Monta il movimento cronografico calibro 79320 ed è disponibile con cinturino in pelle o bracciale in acciaio.

IWC Big Pilot’s Watch Perpetual Calendar TOP GUN (ref. IW502902). La grande cassa in ceramica da 48 mm ospita il calibro di manifattura 51614 (21.600 alternanze l’ora) con carica di 7 giorni. Sul quadrante è mostrato l’affascinante calendario perpetuo: datario (e indicatore della riserva di marcia) a ore 3, mese alle ore 6, giorno della settimana (e secondi continui) alle 9, fasi di luna alle ore 6. Si indossa con un cinturino in pelle di vitello goffrata.

IWC Big Pilot’s Watch TOP GUN (ref. IW502001). La sua cassa in ceramica cresce in diametro da 44 a 46 mm. Per il quadrante i progettisti di IWC hanno optato per un layout essenziale, rinunciando all’aereo stilizzato di colore rosso che fungeva da contrappeso posteriore della lancetta dei secondi. Anche il triangolo con i punti bianchi non è più integrato nella minuteria, bensì inserito come elemento a se stante. E’ equipaggiato con il calibro di manifattura 51111, con 7 giorni di autonomia. Si indossa con un cinturino in pelle di vitello goffrata.

IWC Big Pilot’s Watch Chronograph TOP GUN (ref. IW389001). La cassa in ceramica (con pulsanti cronografici in titanio) viene ridotta da 46 a 44 millimetri. I designer di IWC hanno reso il quadrante ancora più chiaro e leggibile, eliminando la tripla data a favore di un datario semplice. Il calibro di manifattura 89361 (28.800 alternanze l’ora, 68 ore di autonomia), appartenente alla famiglia di calibri 89000, mostra infatti i minuti e le ore cronografici su un quadrante interno a «ore 12», mentre i secondi sono indicati dalla lancetta centrale. Il cronografo è dotato di funzione flyback. Si indossa con un cinturino in pelle di vitello goffrata.

IWC Pilot’s Watch Chronograph TOP GUN Miramar (ref. IW389002). La famiglia Miramar ha fatto il suo ingresso nel 2012 proponendo una serie di soluzioni insolite: stile fortemente militare, indicazione dei minuti sulla parte esterna del quadrante, ore sulla parte interna, marcate da un anello rosso e da numeri romani. Quest’anno il suo diametro di cassa (ceramic) scende a 44 mm ed è stata eliminata la tripla data a favore di un sistema più semplice. Viene inoltre introdotto il cinturino sportivo in pelle di vitello goffrata di colore verde. Il calibro di manifattura 89361, con cronografo (ore e minuti integrati alle 12) dotato di funzione flyback, assicura 68 ore di autonomia.

IWC Pilot’s Watch Mark XVIII TOP GUN Miramar (ref. IW324702). IWC propone per la prima volta un orologio in ceramica nel segmento «entry level». Si presenta con cassa in ceramica del diametro di 41 millimetri ed è azionato da un movimento automatico calibro 30110, che offre una riserva di carica di 42 ore. All’interno è presente una ulteriore cassa in ferro dolce che protegge l’orologio dai campi magnetici.

IWC Pilot’s Watch Chronograph Spitfire (ref. IW377719). Questo modello sportivo si presenta in una versione nuova dotata di datario semplice al posto della tripla data verticale. Cassa in acciaio (43 mm), lunetta e maglie centrali lucidate a specchioquadrante color ardoise con finitura soleil esaltano l’eleganza e la sportività. Monta il movimento cronografico meccanico, calibro 79320. Debuttano, inoltre, anche nuovi cinturini bicolore in tessuto ispirati agli storici cinturini Nato.

IWC Pilot’s Watch Spitfire (ref. IW500917). Caratterizzato per l’eleganza dello stile (cassa in oro rosso con quadrante ardoise) si fa notare per la grande cassa da 48 mm con riserva di marcia e datario alle ore 6. Questa ospita il calibro di manifattura IWC 51111 (7 giorni di autonomia indicati a ore 3), dotato di rotore con ponte di supporto elastico e il sistema di ricarica Pellaton.

IWC Big Pilot’s Watch Perpetual Calendar Digital Date-Month Spitfire (Ref. 379108). Il nuovo modello del 2016 (cassa in acciaio da 43 mm) è disponibile con cinturino in pelle di vitello marrone di Santoni. E’ animato dal calibro di manifattura 89801 con sistema automatico a doppio cricchetto. Il movimento è composto da 474 elementi e possiede una riserva di carica di 68 ore. La sua caratteristica più affascinante è l’indicazione digitale della data e del mese con cifre sovradimensionate e composto da quattro dischi indicatori: questi si muovono grazie a un accumulatore separato di energia (sistema di «avanzamento saltante») che immagazzina una piccola quantità di energia per rilasciarla a fine del mese quando i dischi di data e mese (e alla fine dell’anno anche il disco dell’anno bisestile) vengono spostati in avanti. A ore 12 è posizionato il contatore del cronografo (ore e minuti), a ore 6 i secondi continui.