Condividi

PICCOLO NEGATIVO, GRANDE FOTOGRAFIA. QUEST’ANNO, LEICA CAMERA AG CELEBRA 100 ANNI DI FOTOGRAFIA LEICA.

Correra infatti l’anno 1914 quando Oskar Barnack realizzò la Leitz Camera, la primissima Leica (il nome sta per Leitz Camera).

La Leitz Camera fu la prima macchina fotografica commerciale tascabile con rullino da 35mm (24 × 36 mm) che si caricava all’aperto in presenza di luce.

Questa sua 35mm introdusse l’idea di esporre una piccola area della pellicola fotografica per creare un negativo da ingrandire in un secondo momento in camera oscura.

Si trattò di una e vera rivoluzione grazie alla quale i fotografi di allora potettero man mano abbandonare le ingombranti e scomode fotocamere a lastre.

La Ur-Leica, il primo prototipo di questa fotocamera compatta tuttora in possesso di Leica Camera AG, fu soprannominata da Barnack “Lilliput“.

Per la sua produzione si dovette aspettare il 1925 quando l’imprenditore tedesco Ernst Leitz decise di produrne un migliaio di esemplari.

La leggenda del marchio viaggia attraverso una serie di fotografie epocali tra le quali ricordiamo la ragazzina nuda e ustionata Kim Phúc fotografata dal vincitore del Premio Pulitzer Nick Út durante la Guerra del Vietnam, ‘Falling Soldier’ di Robert Capa scattata nel corso della Guerra Civile Spagnola, il famoso ritratto del leader rivoluzionario cubano Ernesto ‘Che’ Guevara di Alberto Korda e la foto del bacio di Alfred Eisenstaedt in occasione delle celebrazioni del VJ Day in Times Square, New York nel 1945.

Andreas Kaufmann, Presidente del Consiglio di Amministrazione e principale azionista di Leica Camera AG, ha dichiarato: “…Nessun altro marchio ha dato forma e influenzato in modo così sostanziale gli ultimi 100 anni della fotografia quanto Leica continuando a fornire ai fotografi gli strumenti migliori e obiettivi altrettanto superlativi. Per questa ragione, è del tutto logico che andremo a celebrare il nostro centenario con numerosi fotografi di fama mondiale, mettendo in risalto il loro lavoro“.