Condividi

ALL GOOD THINGS COME IN THREES, DICONO GLI INGLESI. E CON OLTRE 4000 CV SOMMANDO LE 3 VETTURE DELLA LINE UP KOENIGSEGG A GINEVRA, NON SI PUÒ CHE SORRIDERE. IL BRAND CHE HA CONIATO IL TERMINE MEGACAR PRESENTA L’ULTIMA ONE OFF DELLA SUA AGERA RS, MA PRESENTA ANCHE LE PRIME 2 VETTURE CLIENTI DEL SUO ULTIMO PRODOTTO, LA REGERA. SCELTA DIFFICILE PER I MULTIMILIONARI CHE SNOBBANO LE “SOLITE” PORSCHE, FERRARI E BUGATTI: AGERA RS, REGERA, HUAYRA BC O ROADSTER O L’IMMINENTE HENNESSEY VENOM F5?

Koenigsegg presenta in anteprima mondiale l’esclusiva e preziosa one-off Agera RS Gryphon.

Il Grifone, venerato essere mitologico metà leone e metà aquila, da sempre è simbolo di forza e velocità, due caratteristiche che sono facilmente riconducibili alla Agera. Ma anche un omaggio all’emblema della provincia di Skåne, dove è ubicata la sede dell’azienda.

CARBONIO E ORO

Colori e materiali regali: carbonio a vista e dettagli in lamine di oro 24 carati. Questi comprendono dei precisi lineamenti di striping su fiancate, cofano e tetto, ma sopratutto il badging esterno e del motore, così come i montani del cofano, i profili dell’ala posteriore e l’imponente estrattore posteriore centrale.

Alcantara nero, fibra di carbonio effetto lucido e alluminio anodizzato sono invece i materiali che si alternano nell’abitacolo. Il tema del Grifone e fili d’oro si mescolano nell’emblema cucino nel poggiatesta, oltre che cucito sul cruscotto. La console di controllo centrale, in alluminio, si rende quasi “stealth”. Classe, ma senza esagerare.

La perla? Un casco da corsa fatto su misura (totalmente in fibra di carbonio anch’esso) anch’esso con decorazioni in oro, prodotto dal famoso artista Ettore ‘Blaster’ Callegaro.

Il cuore che pulsa in questo grifone è un V8 twin-turbocharged equipaggiato con il motore optionale 1MW, che si traduce in 1360 Cv. Con un peso di soli 1395 Kg, la definizione di “mitologica” calza veramente bene per questa hypercar – che si avvicina molto al rapporto perfetto prodotto dalla sorella maggiore Koenigsegg One:1.

Fortunatamente non sarà una garage queen, almeno dalle prime voci giunte dal (fortunato) proprietario americano, che ha incluso tra gli altri optional il tetto hardtop rimovibile (che può essere riposto sotto il cofano anteriore della vettura) ultraleggero fonoassorbente, G-sensor, connettività wirelessper update tramite Koenigsegg cloud, freni carboceramici Sport ABS, CTS, sistema idraulico di sollevamento, climatizzazione, bluetooth e connessione audio, Apple CarPlay, e un sistema di allarme con impronte digitali.

INIZIANO LE CONSEGNE DELLA REGERA

Non meno importanti della Gryphon sono però le prime due unità prodotte di Regera destinate ai clienti. Colei che domina (questo il significato del nome) è infatti un gioiello sotto ogni aspetto, sia esso stilistico che di prestazioni. E segna plurimi nuovi obiettivi raggiunti con successo dalla casa svedese.

La prima (di 80 esemplari previsti e già in buona parte venduti) è rifinita in un classico British Racing Green, che ovviamente non nasconde il tessuto di fibra di carbonio di cui è composta.

Volante, parete posteriore, interni delle portiere, sedili, sono composti da un ricco mix di pelle Saddle Brown e tessuto.

La vettura è dotata dei nuovi cerchi alveolari in fibra di carbonio “Tresex”, che riducono del 40% il peso rispetto ad una ruota in lega leggera delle stesse dimensioni. Michelin Pilot Sport 4S sono equipaggiate di serie.

La seconda Regera azzarda maggiormente, con la sua combinazione “candy apple red” e una grossa sezione centrale in puro carbonio, rifinita anch’essa dal un single striping dello stesso colore della vettura.

Pelle nera con dettagli in Lingonberry (un rosso, ma diverso da quello della carrozzeria) per gli interni. Anche questa adotta per gomme e cerchi gli stessi dettagli della precedente.