Condividi

A ‘BBUGA’: NUN TE VERGOGNI? FACCIAMO 2 CONTI: LA VEYRON SUPER SPORT DA 2 TONNELLATE (1.200 CV, 7.999 CC) PRODUCE 150 CV/litro E 1,6 Kg/Cv, LA HENNESSEY VENOM GT (1.244 Cv, 7.000 CC) FA 177 Cv/Litro E 1 KG/CV. L’IMMENSA KOENIGSEGG ONE:1 FA 268 CV/Litro E 1 KG/CV. FORSE, PRIMA DI ANDARE IN PENSIONE, LA VEYRON SUPERSPORT FAREBBE MEGLIO A DARE UN’ULTIMA PROVA DELLA SUA GRANDEUR.

Koenigsegg presenta al Salone dell’Auto di Ginevra la più estrema versione della già straordinaria Agera. La Agera R al salone del 2013 comunicava già un senso di perfezione e di impossibilità di andare oltre quel livello di prestazioni. Ma, si sa, l’evoluzione tecnologica di quest’epoca veloce come la luce non fa altro che stupirci.

Koenigsegg, per tutto il 2013, ha portato avanti lo sviluppo della Agera R, in termini di evoluzione del motore, di alleggerimento del peso e di miglioramento dell’aerodinamica, ottenendo un nuovo risultato: la One:1

La Koenigsegg One:1, prevista in una serie limitata di soli 6 esemplari (Koenigsegg afferma che sono stati già tutti venduti),  eroga, “1 MEGAWATTdi potenza, 986 kW pari a 1.341 Cv. Poiché il peso dichiarato è di 1.341 kg (il peso, rispetto alla Agera R, è calato del 20% grazie all’utilizzo, per telaio e carrozzeria, di fibra di carbonio M46J e M55J), si ottiene, un rapporto peso potenza di 1 kg/Cv, esattamente quanto dichiara la Hennessey Venom GT che, non più tardi di tre giorni fa, ha stabilito un nuovo record di velocità massima.

l’8 cilindri a V biturbo, interamente progettato, sviluppato e prodotto da Koenigsegg, fornisce 1.371 Nm di coppia massima a 6.000 giri. Può essere alimentato sia a benzina, sia a E85 (miscela all’85% di bioetanolo).

La potenza è trasmessa, attraverso un cambio a 7 marce con doppia frizione, alle ruote posteriori. L’impianto freni proviene dalla Agera R: dischi anteriori in carboceramica da 397 mm con pinze a 6 pompanti, dischi posteriori da 380 mm con pinze a 4 pompanti.

La Koenigsegg One:1 viaggia su ruote anteriori da 19″ e posteriori da 20″ con pneumatici Michelin Cup.

AERODINAMICA COMPLESSA, ELETTRONICA SOFISTICATA

Rispetto alla Agera R l’aerodinamica del veicolo ha subito uno studio molto complesso. La One:1 monta un’ala anteriore con due flap laterali comandati separatamente e una nuova ala posteriore biplano ad incidenza variabile. Il fondo vettura, piatto e completamente carenato, gestisce i flussi in modo da agganciare l’auto al suolo.

Grazie al controllo del GPS, la One:1 può sfruttare tutti i benefici dell’assetto a controllo elettronico “predittivo” (sistema Predictive Active Chassis) e Aero Track Mode per la guida in pista.

Secondo le simulazioni virtuali, l’aeordinamica genera, a 260 km/h, un carico verticale di 610 kg. In curva, inoltre, la One:1 può generare accelerazioni laterali di 2g.

 

PRESTAZIONI

Il costruttore dichiara che la velocità massima, su quest’auto, non è fondamentale in quanto è stata pensata come auto da pista. Ciononostante è, secondo il marchio svedese, l’auto omologata stradale più veloce del mondo.

Secondo Koenigsegg, infatti, la One:1 percorre lo 0-400 in 20″, lo 400-0 in 10″ e “virtualmente” (manca ancora una prova ufficiale) è capace di superare 440 km/h di velocità massima.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.