Condividi

Arnold & Son è uno dei pochi testimoni del grande valore dell’orologeria meccanica inglese. Nell’800 John Arnold e figlio furono autori di segnatempo di grande precisione e, per questo, divennero fornitori ufficiali della Marina Reale inglese. Il TB88 True Beat si ispira  alle realizzazioni di John Arnold, e fa rivivere, nelle dimensioni di un orologio da polso, la magia della cronometria da marina.

Il TB88 True Beat con cassa in oro rosa (18 carati) o acciaio inossidabile, da 46 mm  di diametro, si distingue per il suo calibro di manifattura con “secondi morti”, un movimento tanto impressionante da indurre il suo creatore a “rovesciarlo”, in modo da mostrare sul davanti la bellezza della sua architettura simmetrica a “doppio otto”, i 16 ponti, il grande bilanciere a viti e i due bariletti di carica (per una riserva di marcia complessiva di oltre 100 ore) sulla parte superiore del quadrante.

Parliamo infine dei secondi morti, che si animano a scatti e sono un omaggio al primo cronometro, il n. 36, oggi esposto al National Maritime Museum di Londra. Il Calibro A&S 5003, a differenza dei meccanismi tradizionali, misura il tempo in secondi completi, anziché in piccoli scatti in funzione della frequenza del bilanciere. Ciò significa che la lancetta dei secondi esegue un solo scatto in un secondo. Poiché questo movimento, quindi, non restituisce un movimento quasi continuo della lancetta, si usa la denominazione “secondi morti”.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.