Condividi

Innamorato, intrigato, affascinato dall’universo dei giochi d’azzardo, Christophe Claret presenta Baccara, un orologio meccanico equipaggiato con un movimento esclusivo che integra un vero e proprio casinò in miniatura animato da tre giochi: baccara, roulette e dadi. I giochi sono accompagnati (per calarli ancora di più nella dimensione reale) da effetti sensoriali e sonori.

All’interno della cassa da 45 mm di diametro è presente il calibro BCR09, con doppio bariletto di carica (72 ore di riserva di marcia), 538 componenti, 40 rubini e 6 doppi cuscinetti a sfera in ceramica, 28.800 alternanze/ora, offre le funzioni di Ora, minuti e 3 giochi: baccara con suoneria, roulette e dadi.

Il quadrante è in titanio e zaffiro fumé con drago o tigre decorati oppure giada con drago decorato; le lancette sono in PVD nero e rubino rosso o zaffiro arancio oppure spinello nero o ceramica nera. Sulla parte anteriore sono dislocate tre finestrelle per il banco azionate tramite un pulsante a ore 10 e tre finestrelle per il giocatore azionate tramite un pulsante a ore 8. Sulla parte posteriore si trova la roulette in 3D che ruota quando si muove l’orologio. Due finestre laterali, una che svela il martello della suoneria con il suo timbro e l’altra che svela i dadi.

Il Baccara è disponibile in diverse versioni (ciascuna limitata a 9 esemplari.): con cassa in oro grigio o rosa (18 carati) e titanio grado 5 brunito PVD, oppure platino e titanio grado 5 brunito PVD. Una vera e propria opera d’arte orologiera tanto ludica quanto interattiva.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.
  • seventyone

    questo saprei proprio a chi regalarlo…chissà quanti skei. Comunque complimenti alla redazione.

  • MarcoMarco

    E’ indubbiamente un grande esercizio di meccanica ma è troppo vistoso. Modello Briatore!