Condividi

LA SICUREZZA NON E’ UN’ OPINIONE. LA BMW i3 “TOPPA” SULLA SICUREZZA. L’EURO NCAP ASSEGNA ALLA CITY CAR ELETTRICA SOLO 4 STELLE. NEL GIUDIZIO DEFINITIVO PESA LA NON ADEGUATA PROTEZIONE PER IL TORACE.

L’Euro NCAP ha assegnato alla BMW i3 un giudizio di 4 stelle nel computo della sicurezza del veicolo. Non si tratta di un risultato esaltante per la piccola citiycar tedesca, che dovrebbe, nelle intenzioni del brand, se non altro contribuire a quella rivoluzione elettrica sul mercato automobilistico che il mondo continua ad attendere.

BMW stessa ci crede tantissimo avendo impostato il programma dei suoi modelli elettrici, con la sportivissima i8, anche per il settore delle hyper sportive

Queste le considerazioni definitive dell’organismo belga sulla BMW i3.

PROTEZIONE DEGLI ADULTI

Nell’urto frontale l’abitacolo rimane integro. Le letture dei dati forniti dai manichini indicano buona protezione per ginocchia e femori di entrambi i passeggeri anteriori. Nell’urto contro una barriera laterale la BMW i3 riporta il giudizio massimo, con buona protezione per tutte le zone del corpo.

Nell’urto contro un palo laterale, invece, i dati rivelano una protezione debole per il torace. Fianchi dei sedili e poggiatesta forniscono una protezione marginale al colpo di frusta conseguente a una collisione che si genera nella zona posteriore.

PROTEZIONE DEI BAMBINI

Secondo le raccomandazioni di BMW, i seggiolini posteriori sono stati posizionati fronte alla coda. Utilizzando manichini di bambini di 1 anno e mezzo e tre anni, la BMW i3 ha riportato punteggio massimo nell’urto frontale. Nell’urto laterale i sedili offrono protezione adeguata minimizzando il probabile impatto con parti interne dell’auto.

BMW fornisce a richiesta l’opzione per disattivare l’airbag anteriore e sistemare un seggiolino ma l’informazione sullo stato dell’airbag non è chiara al guidatore. Si crea, quindi, il rischio di montare il seggiolino scordandosi di disattivare l’airbag.

PROTEZIONE DEI PEDONI

Nell’urto pedone il paraurti anteriore della BMW i3 ha riportato massimo risultato. Lo stesso non vale per il computo del limite del cofano, che non ha prodotto alcun punteggio. Questo, comunque, ha fornito adeguato o marginale punteggio nella valutazione dell’urto della testa con il cofano, con il parabrezza e con i montanti A.

SICUREZZA ATTIVA

La BMW i3 è equipaggiata con controllo di stabilità e nel test sulla sua valutazione è risultato adeguato. E’ presente un avvisatore acustico per le cinture non allacciate sui posti anteriori ma manca per quelli posteriori. A richiesta è disponibile un sistema che riconosce i cartelli con limite di velocità imposto e permette al pilota di impostare un limitatore di velocità automatico.

 

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.