Condividi

PAURA DELLA BENTLEY GT3, EH? SULLE QUALITA’ STRADALI (E IN PISTA!) DI UNA BMW SPORTIVA E’ DIFFICILE AVERE DUBBI. ORA IL BRAND ALZA L’ASTICELLA E ANNUNCIA L’INGRESSO NELL’ARENA DELLA BMW M6 GT3, LA VERA EREDE DELLA 3.0 CSL CHE CORSE IN GRUPPO 4, GRUPPO 5 E NELL’IMSA. E’ LA DIMOSTAZIONE DEL VALORE SPORTIVO DELLA SERIE 6. IRONIA DELLA SORTE: OGGI CHRYSLER ANNUNCIA LA CANCELLAZIONE DEI PROGRAMMI SPORTIVI CON LE VIPER.

La BMW Z4 GT3, in forze nei campionati GT3 fin dal 2010, annuncia il suo pensionamento. Il suo posto sarà preso dalla BMW M6 GT3, della quale vengono pubblicati i primi render.

E’ una scelta, per certi versi, straordinaria: perché pone l’accento sul valore sportivo della BMW Serie 6 e perché non può non richiamare alla memoria la bellissima versione da corsa della BMW 3.0 CSI dei primissimi Anni 70.

Lo sviluppo della M6 GT3 è in pieno svolgimento e i primi test su asfalto sono previsti per il trimestre inaugurale del 2015. Dalla fine del 2015 la vettura, che dovrebbe raggiungere il completamento, sarà in vendita per i clienti privati e iscrivibile per i campionati 2016.

Jens Marquardt, Director di BMW Motorsport: “Per me poche cose riescono a essere così eccitanti come lo sviluppo di una macchina completamente nuova come questa. Le caratteristiche della BMW Serie 6 la rendono l’erede predestinata della Z4 nelle competizioni. Stiamo lavorando per proporre ai clienti il miglior prodotto possibile e per dimostrare la sostanza di una BMW M nelle competizioni“.

L’M6 GT3 monta il V8 4.4 biturbo del modello di serie, specificamente modificato per le corse. Il telaio è stato ottimizzato e la tecnologia è la migliore disponibile.

BMW sta lavorando anche sulla sicurezza, l’affidabilità e la gestione dei costi per assicurare ai clienti la possibilità di competere nel motorsport nonostante l’impatto della crisi economica mondiale.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.