Condividi

UN VECCHIO GIOCATTOLO NUOVO. CHI NON E’ RIUSCITO AD ACCAPARRARSI UNO DEGLI ESEMPLARI DELLA LAFERRARI POTREBBE CONSOLARSI. BONHAMS METTERA’ ALL’ASTA IN ARIZONA A META’ GENNAIO UNA FERRARI 599XX NUOVA. NEMMENO UN CHILOMETRO PERCORSO. QUOTAZIONE: 870.000 – 1.100.000 EURO.

Al Salone di Ginevra 2009 un pout-pourry di Ferrari FXX e Ferrari 599 GTB faceva bella mostra di sé allo stand Ferrari.

La Ferrari 599XX, sviluppata come giocattolo da pista e come vettura laboratorio, è stata prodotta in soli 29 esemplari (ma ne esisterebbero altri “non confermati”) ed è andata a riempire le giornate vuote dei partecipanti al programma Ferrari Corse Clienti, un circuito di giri di pista in tutto il mondo per divertirsi e, nello stesso tempo, testare nuove soluzioni.

CARATTERISTICHE TECNICHE

La Ferrari 599XX è basata su un telaio portante in alluminio entro il quale è montato il motore V12 di 65° da 5.999 cc della 599 GTB (a sua volta di stretta derivazione Ferrari Enzo). Con le opportune modifiche questo motore eroga 720 Cv a 9.000 giri contro i 620 di serie.

Sul telaio sono agganciate sospensioni a doppi triangoli sovrapposti con ammortizzatori a controllo magnetoreologico sviluppate dalla divisione Delphi della General Motors. La trasmissione si affidava a un cambio semiautomatico in blocco con il differenziale posteriore (Transaxle).

La parte più interessante riguarda l’aerodinamica. Gli ingegneri della Ferrari svilupparono per la 599XX il sistema Actiflow costituito da numerose soluzioni: speciali estrattori d’aria provvedevano, infatti, a estrarre l’aria dagli archi passaruota. Due ventole inserite in coda erano deputate a prelevare l’aria dal sottoscocca nella zona posteriore che veniva, poi, espulsa, attraverso due aperture ricavate al posto dei fari posteriori.

Anche le ruote in alluminio e i freni in carboceramica hanno avuto un trattamento particolare: la Ferrari aveva adottato delle particolari “ciambelle” che circondano i dischi freno e migliorano la circolazione dell’aria e, quindi, il raffreddamento.

La Ferrari 599XX veniva inoltre equipaggiata con pneumatici anteriori 219/67R19 e posteriori da 31/71R19 su ruote da 19″ in lega.

Meccanica e aerodinamica funzionavano sotto stretto controllo del sistema High Performance Dynamic Concept che adattava il funzionamento del primo e del secondo per massimizzare le prestazioni e ottenere il miglior tempo sul giro possibile.

Il Virtual Car Engineer, infine, teneva costantemente informato il pilota sulle condizioni della vettura in tempo reale.

Le prestazioni erano, ovviamente, mozzafiato: 0-100 in 2″9, velocità massima di 300 km/h, un giro a Fiorano più veloce di 10″ rispetto a una Ferrari Enzo di serie, un giro al Nurburgring in 6:58.16.

IL NUMERO DI TELAIO ZFF69PXX000170902

Il compratore che si aggiudicherà questo esemplare sarà felice di sapere che quest’auto non ha percorso nemmeno un chilometro in pista. Completamente nuova, insomma.

E’ stata conservata presso un dealer Ferrari della California del sud, colore ufficiale rosso Corsa con fascia bianca e numero 51 sulle fiancate e sul cofano. Il motore è stato periodicamente avviato per sgranchirsi le giunture.

Con lei ci sono numerosi accessori, incluse parecchie gomme.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.