Condividi

LA PROSSIMA VOLTA, AGGIUNGERE UN PO’ DI TABACCO A QUELLO CHE SI STA PER FUMARE! JASON KAY HA OPTATO PER, LA SUA FERRARI LAFERRARI, PER UNA TINTA DI UN INTENSISSIMO VERDE. NELLA VISTA FRONTALE LA SUPERCAR DI MARANELLO APPARE INCONFONDIBILMENTE BRUTTA COME UN ROSPO. MA UNA SIMILE TINTA (CHE ROMPE DECISAMENTE CON LA TRADIZIONE DELL’ARTISTA INGLESE, DEDITO SOPRATTUTTO AL COLORE NERO), POTREBBE ANCHE ESSERE UN OMAGGIO ALLA PRINCIPALE FONTE DI ISPIRAZIONE (COME DICE WIKIPEDIA) DEL LEADER DEI JAMIROQUAI (SIORE E SIORI: IL CANNABIS GREEN!). A PARZIALE SCUSANTE VA DETTO CHE LA FERRARI 250 GTO s/n 4491GT (OGGI IN ITALIA) E’ ESATTAMENTE DI QUESTO COLORE (P.S.: LO E’ ANCHE LA FERRARI 330 P4 s/n 0900 MA TRATTASI DI UN FALSO).

Jason “Jay” Kay, il cantante de gruppo inglese acid jazz Jamiroquai, ha acquistato una Ferrari LaFerrari, che gli verrà consegnata nelle prossime settimane.

L’artista inglese è un personaggio molto noto nel mondo collezionistico essendo un grandissimo appassionato e fine collezionista. La sua raccolta conta oltre 50 vetture di tutte le epoche con un unico comune denominatore: un grande prestigio.

Per le sue mani passano, o sono passate: Ferrari Enzo, Maserati MC12, Porsche 911 Carrera RS 2.7, Aston Martin DB6 cabriolet, Audi Quattro Sport, Mercedes 300 SL Roadster, Ferrari F40, Lamborghini Miura SV, Maserati A6G/54 Frua…

La particolarità di queste vetture, soprattutto quelle nuove, è di essere tutte verniciate di nero (la sua Maserati MC12 nera è l’unica al mondo).

Ma questa volta, per l’ultima supercar di Maranello l’estroso leader dei Jamiroquai ha decisamente rotto gli schemi optando per una accesa tinta verde. Qualcosa di già visto nella storia della Ferrari ma che oggi, probabilmente, il mondo lascia all’originalità di certi committenti poco ortodossi, essendo il rosso una specie di obbligo morale (con pochissime deroghe).

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.