Condividi

QUELLO CHE NON TI ASPETTI. SPAZI E MODI DI RINCORRERE IL TEMPO INUSUALI. DEWITT, LADDOVE SI USA RIDURRE, COSTRUISCE DANDO VITA A UN INTRIGANTE TOURBILLON, IL TWENTY-8 EIGHT SKELETON (REF. T8.TH.024), CHE NULLA VUOL MASCHERARE QUANTO PIUTTOSTO SEMPLIFICARE.

Il DeWitt Twenty-8-Eight Skeleton Tourbillon Blue PVD è realizzato in una serie limitata di 99 esemplari.  Come da tradizione della Maison, l’assemblaggio e la regolazione dei segnatempo più elaborati, come questa referenza, sono affidati a un singolo Maestro orologiaio.

Questa referenza è equipaggiata con il calibro DW8028s di manifattura, movimento meccanico a carica manuale con bilanciere a inerzia variabile, ruota di scappamento e ancora in oro 18kt. Oscilla alla frequenza di 18.000 alternanze l’ora e assicura 72 ore di autonomia di marcia.

Alle 9, quasi velato agli occhi dei meno attenti, si può scorgere in blu, scheletrato e visibile anche sul retro, il logo DeWitt che pare quasi sospeso in assenza di gravità.

Il bariletto, posizionato a ore 12 per controbilanciare il tourbillon a ore 6, è scheletrato al fine di rivelare parte del meccanismo visibile lato fondello grazie a un oblò centrale in vetro zaffiro.

La cassa in oro bianco 18kt è proposta in un generoso ma non invadente diametro di 43 mm. Sulla carrure, come da tradizione DeWitt, sono riportate le colonne imperiali (48 in questo caso) lucide su base satinata. La stessa decorazione è riproposta, in un’alternanza di giochi di lucido e opaco, sulla lunetta.

Garantito fino a una profondità di 30 metri, questo tourbillon è abbinato a un cinturino in pelle di alligatore nero con fibbia deployante in oro bianco 18kt.

Prezzo: 156.000 CHF (circa 144.489 euro).