Condividi

Fisker Automotive ha annunciato la presenza al Salone di New York di un primo prototipo della Nina, un modello che dovrebbe coprire la fascia entry level della gamma (con target price compreso tra 50.000 e 60.000 euro).

Sono state confermate le caratteristiche principali del progetto: motore elettrico accompagnato da un’unità termica (4 cilindri Turbo BMW) con funzione di range extender.

La gestazione della Fisker Nina è alquanto tumultuosa. Almeno un paio di anni fa Fisker iniziò a diffondere le prime notizie ma a causa di numerosi problemi, il progetto non ha mai potuto diventare concretamente realtà.

Inoltre, il mese scorso è stata diffusa la notizia che Fisker non potrà accedere a un prestito da 529 milioni di dollari. Con la conseguenza che sono stati licenziati 26 dipendenti dalla fabbrica di Wilmington, Delaware. Si tratta proprio dello stabilimento dove Fisker vorrebbe produrre la Nina.

La sua confermata presenza al Salone di New York è comunque la conferma che il progetto, tra mille difficoltà, procede.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.