Condividi

IL CONDUCENTE DELLA AVENTADOR USCITA DI STRADA E INCENDIATASI NON CE L’HA FATTA. FLAVIO PIERLEONI E’ TENUTO IN COMA ARTIFICIALE MA NON SAREBBE IN PERICOLO DI VITA.

Daniele Valestri, l’uomo che si trovava sulla Lamborghini Aventador uscita di strada lo scorso 21 dicembre a Solignano di Castelvetro, è deceduto ieri all’ospedale di Parma.

Il 48enne di Maranello, proprietario della società di noleggio Pit Lane, era al volante della coupé di Sant’Agata uscita di strada per ragioni ancora non chiarite.

La vettura, finita in un fosso, aveva preso fuoco ma i due occupanti erano stati estratti vivi, seppur in condizioni molto gravi. Autore del salvataggio, il 38enne Romani Boni.

Valestri, che aveva ustioni sul 50% del corpo, circa una settimana fa era stato colpito da un’embolia polmonare, poi superata. Le sue condizioni sembravano essersi stabilizzate ma ieri è stato colpito da una improvvisa febbre alta, segno di una grave infezione che non gli ha lasciato scampo.

FLAVIO PIERLEONI LOTTA ANCORA

Il giovane 24enne, pilota del Lamborghini Super Trofeo, è ancora ricoverato all’ospedale Bufalini di Cesena. E’ mantenuto in coma farmacologico e non sarebbe in pericolo di vita. In questi giorni è stato sottoposto a nuovi interventi chirurgici alle mani e alle braccia.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.