Condividi

SOLDI PER I BIMBI O PER IL PROPRIO ASSURDO NAZIONALISMO? UN IGNOTO COMPRATORE HA PAGATO OLTRE 300.000 EURO UNA MUSTANG CONFEZIONATA IN ESEMPLARE UNICO CON LE LIVREE DEI CACCIA DA GUERRA AMERICANI. I FONDI SONO ANDATI IN AIUTO DEI BAMBINI MENO BISOGNOSI.

Il nazionalismo Americano non si discute. L’attaccamento alla bandiera è un valore imprescindibile per il buon cittadino d’Oltreoceano. Questo si traduce nella stima incondizionata verso quelle persone e quelle istituzioni che difendono e salvaguardano la libertà della nazione americana.

Cosi Ford, recentemente, ha deciso di dedicare un esemplare dell’iconica Ford Mustang (a suo modo anch’essa un piccolo “pezzo di bandiera”, un orgoglioso simbolo del motorismo americano) all’USAF, l’aviazione nazionale.

La Ford Mustang USAF Thunderbirds Edition è stata realizzata in un esemplare unico ed è stata messa in vendita per raccogliere fondi in favore del programma EAA Young Eagles, un’iniziativa che vuole avvicinare i bambini meno fortunati al mondo dell’aeronautica.

La vendita all’incanto di questo esemplare ha così raggiunto la ragguardevole cifra di 380.000 dollari, pari a 300.000 Euro.

KIT SPORTIVO, UN AEREO CON LE RUOTE

Questa particolare versione, verniciata con i colori bianco e rosso che riprendono la livrea dei Thunderbirds dell’US Air Force presenta un look estetico particolarmente aggressivo: scudo paraurti anteriore con splitter inferiore (prodotto dalla APR Racing) entrambi in fibra di carbonio, vistosa ala posteriore, ruote da 22” Forgiato Maglia.

La meccanica è stata confezionata attingendo al catalogo della Ford Racing: troviamo quindi un compressore volumetrico il possente 8 cilindri anteriore, kit sportivo per le sospensioni e nuovo impianto freni potenziato sviluppato dalla Brembo.

L’abitacolo è stato personalizzato eliminando i sedili posteriori, con sedili sportivi in pelle con ricamato lo stemma dei Thunderbird, strumentazione con disegno esclusivo e sistema di navigazione dedicato.

Un ultimo tocco di classe (all’americana) è l’effetto creato quando si sbloccano le sicure della Mustang con il telecomando: un sistema di proiettori disegna con la luce sull’asfalto due piccole ali.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.