Condividi

IL RITOCCHINO. GEMBALLA OSA L’INOSABILE: METTERE LE MANI SULLA MCLAREN P1, FORSE UNA DELLE AUTO PIU’ INTOCCABILI DEL MONDO (MA LA STORIA INSEGNA CHE NIENTE E’ IMPOSSIBILE PER UN TUNER: KOENIG-SPECIALS RIUSCI’ A METTERE DUE TURBO AL V12 DELLA FERRARI F50, HAMANN FECE UNA FERRARI F40 DA 700 CV E DAUER RACING CREO’ UNA PORSCHE 962 STRADALE DA 400 ORARI). ANCHE CON SOLO UN NUOVO SET DI RUOTE LA BOMBA BRITANNICA DA 916 CV RISULTA VIOLATA NELLA SUA INTEGRITA’.

Gemballa, uno dei tuner più noti del mercato (tra le sue creazioni più sfrontate la Mirage GT su base Porsche Carrera GT, prodotta in “numerosi” esemplari) presenta un set di ruote da 20″ davanti e 21″ dietro, denominate GForged-One, per la McLaren P1 che vanno a sostituire il set di serie con ruote da 19″ all’anteriore e 20″ al posteriore.

L’hyper car britannica da 916 Cv che si contende lo scettro con la Porsche 918 Spyder e la FerrariLaFerrari riceve un set di ruote realizzato con uno speciale procedimento di forgiatura che mantiene il peso rigorosamente su standard altissimi, a tutto vantaggio delle masse non sospese.

Il design è stato volutamente sviluppato per incontrare le forme uniche della P1. Così, esattamente come la carrozzeria, anche le GForged-one sembrano “disegnate dal vento”: forme aerodinamiche ma possenti, che aprono alla vista gli enormi dischi carboceramici dell’impianto frenante.

Gemballa offre, inoltre, quattro finiture per la superficie delle ruote: grigio canna di fucile, nero, effetto diamantato o effetto spazzolato.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.