Condividi

UN PECCATO NON AVERLA. CON PASSIONE E TENACIA LA SIN R1 E’ DIVENTATA REALTA’ (DA CORSA) LO SCORSO AGOSTO. AD AUTOSPORT INTERNATIONAL A BIRMINGHAM IL PROSSIMO GENNAIO VERRA’ PRESENTATA ANCHE LA VERSIONE STRADALE: MOTORE V8 GM 6.2, 0-100 IN 2″5, 71.000 EURO.

La Sin R1 aveva già fatto il suo debutto ad Autosport International 2013 in forma di prototipo.

La supercar britannica nata dalla partnership tra la tedesca Sin Car GmbH e l’inglese Pro Formance Metals, dalla sua prima apparizione non ha mai smesso di portare avanti il proprio sviluppo e lo scorso agosto ha debuttato nel campionato inglese GT Cup a Silverstone.

 Phil Matts, Director di Pro Formance Metals: “Ne sono successe di cose da Autosport International 2012. Siamo partiti da un foglio bianco e se mi fosse stato chiesto dove avrei pensato di essere tra 18 mesi, io stesso non avrei saputo cosa dire. Abbiamo presentato il prototipo della Sin R1 ad Autosport International 2013 e saremo all’evento 2014 con la versione stradale e la versione cosa definitive, pronte per essere vendute”.

“Abbiamo fatto molto lavoro e dormito poco. E tutte le volte che, a partire dalla gara di Silverstone dello scorso agosto, siamo scesi in pista abbiamo fatto progressi”.

“Abbiamo ricevuto molte manifestazioni di interesse da parte dei clienti sportivi. Durante l’inverno effettueremo molti test con i team e c’è la possibilità che l’anno prossimo tre o quattro squadre possano schierare una Sin R1”.

La Sin R1 è costruita attorno a un telaio tubolare costruito dalla Pro Formance Metals ed equipaggiata con un motore 8 cilindri a V di 6,2 litri di origine General Motors con oltre 520 Cv.

La versione da corsa dichiara un peso di soli 1.000 kg, che dovrebbero salire a circa 1.250 sulla versione stradale. Quest’ultima dovrebbe essere in grado di coprire lo 0-100 in 2″5 e superare 320 km/h.

Il prezzo dovrebbe essere pari, in euro, a circa 71.000.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.