Condividi

ALLA BUON’ORA! DELLE CIRCA 72.500 JAGUAR E-TYPE CHE FURONO COSTRUITE TRA IL 1962 E IL 1975 SOLO 12 FURONO IN VERSIONE LIGHTWEIGHT (CON CARROZZERIA IN ALLUMINIO) PER LE GARE GT. LE ULTIME 6 VETTURE DELLE 18 PREVISTE SARANNO COSTRUITE NEI PROSSIMI MESI UTILIZZANDO NUMERI DI TELAIO “DORMIENTI” E TUTTE LE CARATTERISTICHE ORIGINALI DEL PROGETTO.

Jaguar ha ufficialmente iniziato la costruzione di perfette riproduzioni degli ultimi 6 esemplari della Jaguar E-Type Lightweight.

Questo modello fu concepito per le gare in categoria Gran Turismo e ottenne un discreto successo nelle mani di piloti del calibro di Graham Hill, Jackie Stewart, Roy Salvadori e Briggs Cunningham.

RIPRENDE LA PRODUZIONE (50 ANNI DOPO)

La versione alleggerita per le gare GT che fu ideata all’inizio degli Anni 60 e la cui produzione, iniziata nel febbraio del ’63, dopo l’esemplare numero 12 (l’unico consegnato nel ’64), fu interrotta e mai più ripresa. Jaguar ha perciò deciso di riprendere la produzione esattamente da dove si era interrotta realizzando, quindi, una “Continuation Series” moderna.

Tutte le vetture saranno costruite da artigiani specializzati Jaguar seguendo fedelmente tutti i capitolati del progetto originale quindi con le stesse identiche caratteristiche, compreso un motore 6 cilindri in linea di 3.8 litri del tipo della prima serie del modello.

Inoltre, riceveranno la numerazione di telaio che fu prevista originariamente per loro e, naturalmente, mai utilizzata.

115 KG IN MENO: GRAZIE, ALLLUMINIO!

Rispetto a un esemplare “normale” della gloriosa Jaguar E-Type, gli esemplari della “Continuation Series” pesano circa 115 kg in meno per l’allestimento molto semplificato e l’ampio utilizzo di alluminio. Questo nobile metallo, molto leggero, è infatti utilizzato per tutta la carrozzeria e il basamento del propulsore.

Il primo esemplare sarà completato nei prossimi mesi e farà il suo debutto ufficiale nella tarda estate.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.