Condividi

PRIMA LA PISTA, POI LA STRADA. ALPINE ANNUNCIA IMPORTANTI PROGRAMMI PER LE CORSE MENTRE PROSEGUE LO SVILUPPO DI UNA NUOVA SUPERCAR STRADALE (2016).

Lo scorso novembre 2012 Alpine ha annunciato il revival delle operazioni per tornare a svolgere un ruolo di protagonista tra le auto sportive.

La posizione di leadeship che conquistò negli Anni 70 con la fortissima A110 (e che negli Anni 80 e 90 è proseguita in sordina con le A310 e V6 turbo) è stata celebrata con la nascita di un nuovo modello, la A110-50, sviluppata in collaborazione con Caterham, un partner decisivo.

Mentre il progetto della vettura stradale prosegue con il riserbo e riservatezza (la vedremo nel 2016), Alpine annuncia importanti novità sul fronte sportivo. Il marchio anglo-francese sarà ufficialmente schierato nella stagione 2013 della European Le Mans Series e alla 24 Ore di Le Mans (22-23 giugno 2013).

Alpine ha partecipato ufficialmente alla classica francese per 11 volte tra il 1963 e il 1978. Proprio nell’ultimo anno Jean-Pierre Jaussaud e Didier Pironi vinsero con la Alpine A442B prototipo.

Per il suo ritorno nella Le Mans Series (5 appuntamenti, esordio il 13 aprile a Silverstone) Alpine ha siglato un accordo con il team Signatech. Schiererà una Alpine LMP2 contraddistinta da telaio Alpine e motore Nissan da 500 Cv, affidata a Pierre Ragues e Nelson Panciatici.

Nel corso della presentazione ufficiale, fissata per il 24 marzo sul circuito del Paul Ricard, verrà annunciato anche il nome del terzo pilota che prenderà parte alla 24 Ore di Le Mans.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.