Condividi

PENSA POSITIVO! NON SAPPIAMO QUANTO PETROLIO RIUSCIREMO ANCORA A SUCCHIARE DA QUESTO POVERO PIANETA. L’ELETTRICO O L’IDROGENO, DAL CANTO LORO, ANCORA NON DECOLLANO: UN PO’ PER I COSTI ANCORA TROPPO ELEVATI E L’INFRASTRUTTURA DI APPROVVIGIONAMENTO PRESSOCHE’ IMPOSSIBILE DA STRAVOLGERE (LE SETTE SORELLE NON CI STANNO). COSA CI RESTA? SOGNARE! UN 2023 IN CUI CI SARANNO ANCORA LE LAMBORGHINI.

Il designer Thomas Granjard pensa a un futuro (nemmeno troppo lontano), in cui il petrolio sarà finito e l’elettrico sarà riuscito ad attecchire. In questo scenario la sfida sarà riuscire a produrre ancora automobili sportive che ti fanno battere forte il cuore.

In questo contesto, “forse”, riusciranno ad essere ancora basse, larghe, estreme e maledettamente veloci. Ma saranno completamente eco-friendly. Come la Lamborghini Diamante Concept, il possibile modello che il Toro presenterà per i suoi 60 anni di vita.

Il nome non è stato scelto a caso: il diamante, la più dura gemma esistente in natura (per tagliare il diamante… si usa il diamante!) è simbolo di purezza, durezza, bellezza, esclusività.

Le sue forme traggono ispirazione sia dai possenti muscoli di un toro, sia dalle facce di un diamante. L’interno, invece, è caratterizzato da un’interfaccia “Human Inspired” che implementa un’elevata interazione tra uomo e macchina.

MOTORIZZAZIONE

Due micro turbine a jet (alimentate a gasolio, bio-carburante, gas liquido o GPL) producono l’energia che serve alle batterie al litio (165 kg complessivi di aggravio di peso) per dare potenza ai motori elettrici.

Questi, uno per ruota da 45 kg di peso ciascuno, producono complessivamente 800 Cv e 1.600 Nm di coppia massima e sono integrati con un sistema KERS che produce 165 Cv ulteriori.

La potenza finale è di 965 Cv.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.