Condividi

PECCATO SIA IBRIDA. 750.000 EURO DI PREZZO BASE NON SONO UNO SCHERZO DI QUESTI TEMPI. E POI, TUTTI QUEGLI ESEMPLARI!!!! (918). E, INFINE, QUELL’ESAGERATO INSISTERE CHE SIA IBRIDA (DELLA MCLAREN P1 LO PERCEPISCI APPENA). IN SOSTANZA: LA PORSCHE 918 SPYDER E’ UN PUNTO DI DOMANDA: MA E’ MALEDETTAMENTE AFFASCINANTE.

Porsche AG ha rilasciato una nuova galleria di immagini ufficiali della 918 Spyder, il suo nuovo modello di punta presentato a Francoforte 2013 in versione definitiva.

Anche se quella vista nello stand ufficiale Porsche (peccato, in una specie di nido, in un isolamento dorato, una favolosa 917), è il modello ufficialmente in vendita a oltre 750.000 euro di prezzo, come recentemente segnalato da Porsche AG stessa, la macchina offre spunti di ulteriore miglioramento.

Recentemente, infatti, Porsche ha dichiarato i dati ufficiali di velocità e, soprattutto, quelli in configurazione Weissach Package uno scherzo che avvicina il costo totale della hyper car di Stoccarda al milione di euro.

E considerato che Porsche, ha differenza di Ferrari, non ha un reparto Tailor Made o, meglio ancora, un esclusivo reparto dedicato ai modelli unici creati appositamente per i clienti (SP Arya, SP FFX, SP12 EC) non sarà facile riuscire a vendere tutti gli esemplari

Porsche, in aggiunta, stressa molto il concetto dell’ibrido a significare quale sia stato l’impegno tecnologico profuso per realizzarla. Ma i clienti saranno in grado di apprezzarlo? Una McLaren P1, una Ferrari LaFerrari, sensazione tattile di 0-100.it, comunicano una sensazione di puzza di benzina e poco di scossa elettrica.

Ciò non toglie che la Porsche 918 Spyder, (V8 da 4.600 cc, da 608 Cv, tre motori elettrici per complessivi 286 Cv), con 887 Cv a 8.500 giri e un valore di coppia massima tra 917 e 1.280 Nm, 1.674 kg, 0-100 in 2″6, sia il non plus ultra della tecnologia Porsche applicata a un’auto sportiva. E che sia uno straordinario laboratorio di innovazione senza eguali nella storia del marchio di Stoccarda.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.