Condividi

SE IL PESO E’ NEMICO. BECCATA, CON TANTO DI TARGA STRADALE, LA VERSIONE DEFINITIVA DELLA SESTO ELEMENTO (999 CHILI DI PROTOTIPO, UN CAPOLAVORO). LA PORSCHE 918 (NON) RINGRAZIA PER AVERLE COPIATO IL LAYOUT DEGLI SCARICHI.

Dai meandri di Facebook emerge un’interessante immagine di quella che, a prima vista, “potrebbe” essere la versione definitiva stradale della Lamborghini Sesto Elemento.

Presentata in forma di prototipo all’ormai lontano salone di Parigi del 2010, si è subito imposta per caratteristiche assolutamente eccezionali rispetto alle supercar moderne.

Realizzata su una scocca (e carrozzeria) in fibra di carbonio ed equipaggiata con il V10 5.2 della Gallardo da 570 Cv, la concept di Sant’Agata dichiara solo 999 chili di peso. Un risultato da primato!

I PROGRAMMI DELLA LAMBORGHINI

Nel settembre del 2011 fu annunciata una produzione in serie della Sesto Elemento, contraddistinta da alcuni aspetti peculiari:

– Solo 20 esemplari
– Caratteristiche (design, meccanica) del tutto simili al prototipo presentato a Parigi 2010
Non omologata per uso stradale

I PARTICOLARI INTERESSANTI

L’auto fotografata presenta alcuni particolari interessanti:

– Ruote di nuovo disegno (somiglianti a quelle della 750-4 Veneno).
– Paratia inferiore con funzione sia aerodinamica, sia di protezione della trasmissione (assente sul prototipo)
– Targa stradale

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.