Condividi

“ALMENO” 100 CHILI IN MENO. MAZDA SVELA AL SALONE DI NEW YORK IL TELAIO DELLA QUARTA GENERAZIONE DELLA MX5. MOTORE CENTRALE, RIPARTIZIONE PERFETTA, 100 CHILI IN MENO, CONSUMI RIDOTTI, RIGIDITA’ E SICUREZZA MIGLIORATE. E SU QUESTA INFRASTRUTTURA ARRIVERA’ ANCHE L’ABARTH 124 SPORT.

In occasione del Salone dell’Auto di New York Mazda svela la prima immagine della nuova generazione della MX5. Nessun design, nessuna allusione alle sue forme ma, da punto di vista sostanziale, ecco il telaio, la parte più fondamentale della macchina. Il quarto modello della saga dell’MX5 sarà un’auto rivoluzionaria perché sarà più leggera e più sportiva. Non a caso, il motto del team che sta progettando la vettura recita “innovare per preservare”.

PIU’ COMPATTA, PIU’ LEGGERA

Dalla presentazione della Mazda MX5 (1989, Salone di Chicago) il concetto non è cambiato. La Casa Madre giapponese si è sempre impegnata per offrire un prodotto in linea con le aspettative: motore centrale, ottima ripartizione dei pesi, leggerezza.

La prima immagine che Mazda ci mostra è fondamentale: testimonia l’intenzione di proseguire esattamente su questo percorso e offrire, grazie all’incredibile evoluzione tecnologica degli ultimi 25 anni, un’auto ancora più valida.

Resta, infatti, l’architettura di base: motore anteriore ma arretrato, sistemato “nel passo”, posizione di guida bassa, ripartizione dei pesi perfetta. La grande novità è che il team dei progettisti sta cercando di perseguire l’obbiettivo di ridurre il peso, rispetto alla generazione attuale, di oltre 100 chili salvaguardando (anzi, migliorando) rigidezza della scocca e prestazioni di sicurezza.

E’ il risultato dell’applicazione della tecnologia Skyactive, su cui Mazda sta disegnando tutto il suo futuro produttivo. Grazie all’applicazione di questi principi, quindi, Mazda promette di realizzare un’MX5 ancora più divertente da guidare, più sicura, più parca nei consumi.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.