Condividi

OLTRE OGNI RAGIONEVOLE LIBIDINE. MEGLIO LA NUOVA MCLAREN F1 O L’ALFA ROMEO FURIA? LA PRIMA – SI DICE – E’ GIA’ IN FASE DI PROGETTAZIONE, LA SECONDA – PER ORA – E’ SOLO UN SOGNO. E CHE SOGNO! DEL RESTO, NON SAREBBE, PROBABILMENTE, NEMMENO COSì IMPOSSIBILE DA REALIZZARE: PRESA LA MECCANICA DELLA FERRARI LAFERRARI, TOLTA L’INUTILE MOTORIZZAZIONE IBRIDA, ECCO TUTTO QUELLO CHE SERVE PER AVERE (SCUSA, 8C!) LA VERA EREDE DELLA 33 STRADALE DEL ’67. E SE SI PENSA CHE, PER DESIDERIO DELLO STESSO MARCHIONNE, STA PER ARRIVARE LA LAFERRARI ROADSTER…

Lo scenario delle Hyper Car potrebbe (o potrà) diventare ancora più infuocato nei prossimi tempi. La passione per le super automobili, condita con un po’ di sana cultura motoristica, non può che plaudere a due accadimenti di questo genere, il primo probabile, il secondo possibile.

NUOVA MCLAREN F1

Secondo il magazine Autocar la McLaren P1 avrà un’erede: il progetto BP23. E sarà, a sua volta, l’erede della McLaren F1 dei primi Anni 90. Il progetto, gestito da McLaren Special Operations, sembra già essere in corso di definizione, con un target price di 2 milioni di sterline per un esemplare, un prezzo più che doppio rispetto alla P1.

Rispetto alla sua progenitrice, la NUOVA McLaren F1 avrà un pizzico di verve in meno: la prima F1 era, infatti, molto simile alla Ferrari F40, ovvero un’auto con le corse nel DNA ma resa stradale con un allestimento ad hoc. Il nuovo modello sarà una Hyper GT – naturalmente in configurazione a tre posti – ma studiata per la strada.

Fonti anonime riportano che, a differenza della P1, la motorizzazione NON sarà ibrida: il classico V8 3.8 biturbo, se confermato, potrebbe essere installato senza l’ausilio di motori elettrici e fornire “solo” 700 Cv (contro i 916 della P1).

La produzione dovrebbe attestarsi a soli 64 esemplari, come la F1 stradale prodotta negli Anni 90.

ALFA ROMEO FURIA

Breshke Design dalla Polonia ha immaginato l’Alfa Romeo Furia, il modello che potrebbe raccogliere degnamente l’eredità della colossale 33 Stradale del ’67 e dare un ritorno di immagine ancora più sensazionale di quanto l’Alfa Romeo stia già facendo con la portentosa Giulia Quadrifoglio da oltre 500 cavalli.

La Furia, un’eterea hypercar a motore centrale, si ispira a modelli del Biscione ben noti: 33 Cuneo, 33-2 Daytona, GTV Spider. In coda si nota un chiaro richiamo alla Pininfarina Sergio.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.