Condividi

A NEW YACHTING EXPERIENCE. LA PRESTIGIOSA CORNICE DEL MONACO YACHT SHOW 2017 E’ STATA L’OCCASIONE PER PRESENTARE SE77ANTASETTE, IL PRIMO CONCEPT YACHT PENSATO DAL DESIGNER FERNANDO ROMERO PER BENETTI.

Il panorama nautico abbonda di proposte di concept yacht, molti dei quali è molto probabile che non arriveranno al battesimo in mare ma si limiteranno ad arricchire il desktop di qualche computer di appassionati del genere “belli ma impossibili”.

Il Se77antasette, il cui nome piacerà molto agli amanti della numerologia e, in questo caso specifico del 7 con il suo significato, si presenta come un’interessante sfida. Lo osservi per la prima volta e subito ti colpisce per quelle sue forme sinuosamente armoniose che creano una particolare continuità tra i vari ponti. Questa fluidità di linee non viene interrotta neanche dal sistema radar che viene celato sotto di una cupola di vetro.

Centralmente questo concept yacht, lungo 77 metri e largo 14,20 metri, propone volumi importanti e presenta un grande salone che, a seconda delle esigenze, può trasformarsi in cinema o sala da ballo.

La master suite, collocata a prua del ponte principale, è un appartamento di 100 metri quadrati più 140 metri quadrati di terrazza privata con piscina profonda 1,5 metri e convertibile, grazie a un sistema di sollevamento, in un helipad. Sul ponte inferiore trovano posto invece due cabine VIP e quattro cabine dedicate agli ospiti oltre alle sistemazioni riservate ai 19 membri dell’equipaggio.

Gli amanti della privacy apprezzeranno non poco l’intimità che regala l'”osservatorio“, una cupola di vetro 8,5 metri posizionata sull’upper deck che, al calar del sole, si trasforma in uno schermo a realtà aumentata.

Grazie a tre aperture, l’ingresso di poppa si può trasformare in un’ampia terrazza con vista sul vista sul mare a 270°, con piscina, palestra e sala dedicata ai massaggi così come in uno spazio pieno di luce naturale e con vista sul mare per incontri di lavoro.

MOTORIZZAZIONE E PRESTAZIONI

Se77antasette è equipaggiato con cinque generatori Caterpillar a velocità variabile (4 motori C32 da 1048 ekW e un C18 da 563 ekW) che funzioneranno parallelamente a due doppi pod con eliche controrotanti comandati da motori magnetici permanenti. La velocità massima si attesterebbe sui 16 nodi e l’autonomia, a un’andatura di crociera di 12 nodi, a 5.000 miglia.

Condividi
Nata e cresciuta a Milano, dopo gli studi linguistici ha maturato numerose esperienze nei settori della moda e dell’editoria. La passione per i viaggi, per il bello e per tutto ciò che rende speciale l'universo del "bien vivre", l’hanno portata a trasformarsi in una deliziosa e tagliente “penna” dal tocco creativamente poetico nel mondo della Dolce Vita, degli orologi meccanici e delle auto.