Condividi

NUOVI SCHEMI, FUORI DAGLI SCHEMI! DUE MOSTRI SACRI DELL’ITALICO GENIO MOTORISTICO, L’ATELIER ZAGATO E LA CASA MOTOCICLISTICA DI VARESE MV AGUSTA, UNISCONO LE FORZE E CREANO L’F4Z, UNA MOTO DA COLLEZIONE COMMISSIONATA DA UN CLIENTE GIAPPONESE DI AUTO ZAGATO: MECCANICA DELLA F4 DI SERIE, CARROZZERIA COMPLETAMENTE DIVERSA. NON E’ UNA CUSTOM, UNA SEMPLICE PERSONALIZZAZIONE: E’ UN OGGETTO DA COLLEZIONE CON UNA FORTE IDENTITA’ PERSONALE. NEL WEEKEND SARA’ AL CONCORSO D’ELEGANZA CHANTILLY ARTS & ELEGANCE A PARIGI. PREZZO DA… “ESEMPLARE UNICO”!

Il marchio motociclistico MV Agusta (1945) e la storica Carrozzeria Zagato (1919, ultima azienda italiana indipendente guidata dalla famiglia del fondatore esistente in Italia) presenteranno al concorso d’Eleganza internazionale Chantilly Arts & Elegance una moto sportiva molto speciale.

L’F4Z, commissionata da un cliente giapponese, collezionista di moderne vetture Zagato da collezione e di moto italiane, è un oggetto particolare, profondamente differente da una qualsiasi custom o personalizzazione sul tema motociclistico. Essa rappresenta la trasformazione di una moto di grande serie in un oggetto esclusivo e da collezione. Rimarrà, tra l’altro, un esemplare unico.

Sulla meccanica dell’MV Agusta F4 l’Atelier milanese ha portato la sua filosofia, uscendo dai canoni tradizionali: per Zagato è un’esperienza nuova rispetto al settore automobilistico, suo normale campo d’espressione; per un prodotto motociclistico è un’operazione particolare, che vede l’implementazione di una vera e propria “trasformazione” in una moto con una nuova personalità, pur mantenendo lo spirito e la filosofia del marchio cui appartiene.

Una moto custom, per quanto personalizzata con accessori che la rendano diversa da una moto di serie, resta comunque ferma all’identità del prodotto base di partenza. L’MV Agusta F4Z Zagato è un oggetto diverso: è una moto Zagato, ripensato per esprimere i valori del marchio milanese.

La carrozzeria monolitica è stata realizzata in alluminio e materiali compositi rinforzati con fibra di carbonio. Nel pieno rispetto della filosofia Zagato, la meccanica di base resta scrupolosamente invariata (le modifiche riguardano serbatoio, batteria, condotti di aspirazione e il sistema di scarico): motore, cambio, sospensioni, ruote e pneumatici sono quelli dell’F4 standard.

Condividi