Condividi

IL MERCATO DEI SUV E’ PIU’ VITALE CHE MAI: ALFA ROMEO STELVIO E BENTLEY BENTAYGA HANNO ALZATO L’ASTICELLA CHIAMANDO IN CAUSA IL VALORE DI UNA GRANDE EMOZIONALITA’. AL NAIAS 2017 IRROMPE (FINALMENTE) AUDI, CHE CON LA Q8 CONCEPT ANTICIPA I CONTENUTI DEL SUO SUV-COUPE’ DI SERIE, APOTEOSI DI POTENZA E FORME SPORTIVE.

Audi svela al Salone dell’Auto di Detroit la Q8 Concept, prototipo di quello che sarà il suo primo SUV Coupé di lusso nel 2018. Non più semplice e spazioso Sport Utility Vehicle, ma le linee decise ed emozionanti di una coupé lo renderanno, in una parola, prestigioso.

Imponente. 1,70 metri di altezza per 2,04 metri di larghezza: la caratteristica calandra single frame ottagonale con griglia a nido d’ape, con la sua caratteristica plasticità, è più larga rispetto a quello degli attuali modelli Audi. Alle estremità del paraurti si trovano le prese d’aria. I proiettori, dal taglio basso e cuneiforme, si collocano strutturalmente proprio vicino a queste ultime.

Tecnologia laser a matrice digitale è utilizzata per anabbaglianti e abbaglianti, generando un raggio di luce (capace di oltre un milione di pixel) per illuminare la strada con precisione e risoluzione.

Tutte le linee della carrozzeria (bordo inferiore dei cristalli, linea di spalla, dynamic line e  sottoporta) seguono un dinamico andamento ascendente verso il posteriore attraversando le superfici di parafanghi, componenti laterali e porte, nella cui parte inferiore è presente una profonda scanalatura. Le porte si aprono tramite sensori touch: non appena la maniglia riconosce il tocco della mano, la porta scatta leggermente per aprirsi.

Il lungo spoiler al tetto getta la sua ombra sul lunotto quasi orizzontale, sotto il quale una doppia aletta frangivento disegna un profilo pronunciato sul portellone elettrico. La tecnologia e-tron viene utilizzata per le luci di posizione, per le luci di stop e anche per gli indicatori di direzione dinamici.

In tutto questo volgersi al futuro c’e’ però un chiaro omaggio, dovuto, al passato: è la targa, applicata su un inserto nero tra i gruppi ottici, una caratteristica tipica della Audi Ur-quattro degli anni ’80.

Dati alla mano, con i suoi 5,02 metri e un passo di 3 metri, la Q8 offre ampi spazi sia per i 4 passeggeri previsti, sia per i bagagli degli stessi (630 litri nel vano posteriore). I sedili sportivi, 2 anteriori e 2 singoli posteriori, un misto di Nabuk e Nappa, con le loro linee morbide sono in contrasto rispetto ai materiali tecnici utilizzati per la plancia e il cruscotto, ma proprio per questo creano armonia.

Un look sportivo ma, al contempo, elegante si ritrova anche nella console integrata sopra il tunnel centrale, con cambio shift-by-wire: l’utilizzo dell’automatico Tiptronic a otto rapporti è in modalità esclusivamente elettronica.

Il black panel, uno schermo centrale di visualizzazione e di comando di colore nero inserit in una cornice di alluminio, quando non in uso diventa pressoché invisibile, per armonizzare maggiormente le linee.

Lusso e “smartness” degli interni offrono ampi touchscreen, un nuovo Audi virtual cockpit (dove scegliere da volante, per esempio, se visualizzare in maniera virtuale i contagiri e contachilometri) e un head-up display di maggiori dimensioni con tecnologia AR (Augmented Reality) per fondere sempre più mondo reale e virtuale, proiettando sul parabrezza tutte quelle informazioni che realmente servono al conducente nella loro reale posizione. Connettività tra uomo (guidatore o passeggero), macchina e ambiente sono i punti di forza di questa Concept.

La Q8 vuole essere un passo avanti deciso verso la produzione di “futuri SUV di classe superiore prodotti in serie”, come affermato da Dietmar Voggenreiter, Presidente Sales e Marketing di AUDI AG.

Tecnologia e innovazione sono anche utilizzati per la possente motorizzazione ibrida plug-in: il motore a combustione, 6 cilindri a V 3.0 TFSI da 333 Cv è abbinato a un propulsore elettrico che sviluppa 136 Cv. Quest’ultimo è integrato nel cambio assieme a una frizione di separazione. In totale la Q8 Concept sviluppa ben 448 Cv e 700 Nm di coppia, permettendogli così di compiere lo 0-100 in 5,4 secondi per una velocità massima (limitata elettronicamente) di 250 Km/h.

La batteria agli ioni di litio, collocata nella parte posteriore, aggiunge una autonomia di 60 chilometri ai 1000 dichiarati motore tradizionale. La sua ricarica completa (utilizzando un attacco che eroga 7,2 kW) richiede circa 2 ore e mezza.

Tre le modalità di marcia: la “EV” fornisce priorità alla marcia elettrica, la modalità “hybrid” dà alla gestione del sistema ibrido un’ampia libertà di scelta sul tipo di trazione da utilizzare e, infine, la modalità “battery hold” risparmia l’energia elettrica disponibile.

Tutta la potenza generata dalla propulsione ibrida viene scaricata grazie alla trazione integrale permanente quattro e a soluzioni di assetto già viste nella produzione high-end di serie, come  l’adaptive air suspension sport che permette di modificare lo smorzamento degli ammortizzatori e l’altezza da terra.

Cerchi mastodontici da 23 pollici, montati su generose gomme 305/35 e dischi freno carboceramici da 20 pollici completano l’equipaggiamento di serie di questa Q8 Concept.

Il modello di produzione basato sul prototipo arriverà sul mercato nel 2018.

Condividi