Condividi

UNO DEI (NUMEROSI) PROTOTIPI DELLA PORSCHE TAYCAN HA INIZIATO UN TOUR MONDIALE (EUROPA ASIA E AFRICA) PER FARSI CONOSCERE. ATTUALMENTE IL PROTOTIPO (ANCORA CAMMUFFATO) SI TROVA IN CINA. VISITERA’ STATI UNITI D’AMERICA E INGHILTERRA. LA TAYCAN DEFINITIVA SARA’ AL SALONE DI PARIGI DEL PROSSIMO SETTEMBRE

Lo sviluppo della Porsche Taycan (primo modello della Casa di Stoccarda completamente elettrico) sta procedendo senza sosta ed è quasi completo dopo che lo squadrone dei prototipi ha complessivamente percorso circa sei milioni di chilometri. La sportiva elettrica tedesca è stata oggetto di test in tutte le condizioni possibili presenti sulla terra: dai ghiacci artici al clima più arido e desertico del pianeta. Il modello definitivo e pronto per il mercato debutterà al Salone dell’auto di Parigi 2019.

La diretta concorrente della Tesla Model S, ancora in fase sperimentale, inizia a farsi vedere ufficialmente in pubblico: un esemplare parzialmente nascosto dai camuffamenti si trova in questi giorni in Cina nell’ambito di un tour mondiale, il Triple Demo Run, che toccherà tre continenti e tre corrispondenti Paesi-mercati strategici per la Casa di Zuffenhausen: Cina, Inghilterra e Stati Uniti d’America. il pilota Li Chao, impegnato nel monomarca nazionale Carrera Cup, ha compiuto alcuni giri di pista al Porsche Experience Centre (PEC) di Shanghai. Secondo le dichiarazioni del 38enne pilota della 911 GT3 Cup la Taycan è molto versatile, capace di alternare un comportamento da sportiva con grandi prestazioni a un carattere da berlina di classe, docile, lussuosa e raffinata. La Taycan, secondo il costruttore tedesco, è capace di elevate prestazioni: 0-100 in meno di 3″5 0-200 km/h in meno di 12 secondi. La velocità massima è di oltre 250 km/h.

Il prossimo weekend il prototipo della Porsche Taycan sarà al Festival of Speed di Goodwood e nel weekend del 13-14 luglio sarà a New York per l’ultima gara della Formula E, dove sarà guidata da Mark Webber e Neel Jani, esperti piloti Porsche e già vincitori (2015 e 2016) della 24 Ore di Le Mans con la 919 Hybrid