Condividi

IL SUO PRIMO BAGNO DI FOLLA AL SALONE DI GINEVRA DELLO SCORSO MARZO E’ STATO MOLTO POSITIVO. ORA LA SUPERCAR IBRIDA NAPOLETANA DA 965 CAVALLI E’ IN TOURNEE NEI PAESI PIU’ STRATEGICI IN VISTA DELLA PRODUZIONE E DELLO SVILUPPO DEL BRAND. IL PROSSIMO APPUNTAMENTO SARA’ IL CONCORSO D’ELEGANZA LONDINESE DEI PRIMI DI SETTEMBRE.

La Berlinetta del nuovo marchio italiano (meglio: napoletano) Puritalia parteciperà all’edizione 2019 di Salon Privé. La Berlinetta, la supercar ibrida da quasi 1.000 cavalli, ha avuto un’ottima accoglienza al Salone di Ginevra dei primi giorni di marzo. Concluso lo sviluppo dei prototipi, La Cobra ipermoderna ha iniziato un programma di partecipazioni agli eventi internazionali nei Paesi più strategici. La prima settimana di settembre, da giovedì 5 a domenica 8, la Berlinetta sarà al Concorso d’Eleganza Salon Privé a Woodstock nell’Oxfordshire, in Inghilterra, per il suo debutto in Gran Bretagna. In quel’occasione saranno anche annunciati i dealer inglese e australiano che si preoccuperanno di dare adeguata cura “anglosassone” ai clienti della Berlinetta.

965 CAVALLI “IBRIDI”, PRESTAZIONI MISSILISTICHE

La Puritalia Berlinetta è un progetto nato, sviluppato e in corso di concretizzazione a Napoli. Questa hypercar parte da un telaio in struttura “mista” con fibra di carbonio (la parte principale) con tela ausiliari di rinforzo e sostegno delle sospensioni.
La parte motoristica consiste in un’unità 8 cilindri montata anteriormente e un motore elettrico sull’asse posteriore. La potenza complessiva è di 965 cavalli e 1.248 Nm di coppia massima. I due motori della Berlinetta le consentono di sfondare il muro dei 100 km/h con partenza da fermo in 2″7, un dato prestazionale importante perché descrive il potenziale di performance di questo mostro. Ma non solo. Prestazioni da hypercar non sono l’unico motivo di vanto di un prodotto del genere. L’ottimale integrazione tra il motore termico e l’unità elettrica rende la Puritalia Berlinetta una vera Gran Turismo con la possibilità di “veleggiare” sfruttando la progressività dell’alimentazione elettrica. Ma in qualsiasi momento la brutalità del V8 la trasforma in una purosangue capace di spingerla fino a oltre 330 km/h di punta massima. L’alimentazione elettrica è gestita da un sistema proprietario denominato Purhydrive che sfrutta l’intelligenza artificiale per “capire” lo stile di guida del pilota. L’ulteriore dispositivo Puritalia eMozione aumenta per un tempo di 45 secondi la coppia fornita dal motore elettrico di altri 370 Nm. Le emozioni a bordo della Berlinetta sono ulteriormente amplificate da un particolare sistema di scarico con quattro terminali di scarico a modulazione elettronica.