Condividi

LA FUNZIONE DETTA LA FORMA. IL NUOVO RICHARD MILLE RM 70-01 TOURBILLON ALAIN PROST, OLTRE A SFOGGIARE UNA CASSA IN CARBONIO TPT, MONTA UN INEDITO CONTACHILOMETRI CHE CONSENTE AI CICLISTI DI SAPERE QUANTI CHILOMETRI HANNO PERCORSO DA INIZIO STAGIONE. E’ PROPOSTO IN UNA SERIE LIMITATA DI 30 PEZZI.

Il nuovo Richard Mille tourbillon RM 70-01 Alain Prost, dotato di un inedito totalizzatore di chilometri percorsi, ha una cassa (49,48 x 54,88 x 17,65 mm) realizzata in tre parti in Carbonio TPT che abbina la forma tonneau a quelle rettangolare e asimmetrica assicurando comfort all’indosso e leggibilità dell’ora anche quando si impugna il manubrio della bicicletta.

La cassa, impermeabile fino a 50 metri grazie a due guarnizioni toriche (o-ring) in Nitril, viene assemblata per mezzo di 20 viti a testa scanalata in titanio grado 5 con rondelle in acciaio inossidabile 316L resistenti all’usura. La corona dinamometrica vanta un sistema di sicurezza che limita la coppia applicabile sulla corona di carica, possibile causa di danni all’albero di carica o di eccessiva tensione della molla del bariletto.

Il vetro zaffiro (1.800 Vickers) lato quadrante è spesso 1.50 mm mentre lato fondello è spesso 1,20 mm al centro e 2.08 in periferia. Il vetro zaffiro, sia lato lunetta sia lato fondello, è antiriflesso ambo i lati.

Il suo cuore pulsante (21.600 a/h) è il calibro RM 27-03, movimento con tourbillon a carica manuale con ore, minuti, indicatore della riserva di marcia di 70 ore (visibile a ore 5 e comandato da un differenziale planetario) e contachilometri.

Questo movimento, con la sua architettura verticale che allinea l’asse del tourbillon a quello del bariletto, presenta una profonda tridimensionalità. Dispone di platina e ponti in titanio grado 5, bilanciere a inerzia variabile in Glucydur, bariletto a rotazione rapida (un giro in 6 ore anziché 7,5) e sistema antiurto KIF Elastor KE 160 B28. I richiami al mondo del ciclismo si ritrovano nelle viti in titanio con testa ad esagono incassato che fissano i ponti, nel rocchetto del bariletto che riprende il disegno delle ruote a razze passando per la gabbia del tourbillon e la corona dinamometrica che richiamano la pedaliera.

CONTACHILOMETRI MECCANICO

L’originale contachilometri permette di registrare percorrenze fino a 99.999 chilometri ma può anche essere utilizzato come promemoria regolandolo su una data o un orario. Per mezzo di un pulsante a ore 2, l’utilizzatore può scegliere, fra le cinque rotelline del numeratore che si affaccia dalla finestrella in titanio, quella da aggiornare tramite il pulsante a ore 10 a salti di una cifra alla volta. L’unica accortezza richiesta è quella di sommare i chilometri giornalieri al totale precedentemente registrato.

Dal punto di vista meccanico l’operazione è decisamente più complessa. Il primo pulsante attiva la selezione di una delle cinque ruote, confermata dall’allineamento delle frecce gialle. Il secondo pulsante fa avanzare di una unità alla volta la ruota selezionata che si blocca automaticamente grazie al meccanismo di trascinamento. Per evitare attivazioni accidentali, la complicazione è provvista di una posizione neutra. Grazie ad una serie di molle, la forchetta di selezione delle ruote si riposizionerà indicando con una freccia la lettera N a ore 2, a conferma del blocco del meccanismo.

Ogni acquirente riceverà una bicicletta da strada realizzata su misura. Sviluppata da Alain Prost e Richard Mille in collaborazione con la Colnago, prestigioso produttore italiano, questa serie di biciclette numerata individualmente è prodotta a mano e verniciata con i colori della maison orologiera.

Prezzo: 907.000 euro.