Condividi

Le Koenigsegg Agera e Agera R model Year 2012 si presentano a Ginevra con alcune interessanti innovazioni tecniche, illustrate su 0-100 nell’articolo di qualche giorno fa. Non si tratta di un’evoluzione significativa (difficile fare di meglio su un’auto del genere) quanto di piccoli ritocchi che hanno affinato il prodotto nel suo complesso (ad esempio: da 940 a 960 Cv per la prima, da 1.115 a 1.140 Cv sulla seconda).

Vale la pena riassumere il concetto “Agera” nelle che hanno valso, nel 2011 con il precedente modello, numerosi record:

0-300 km/h in 14″53
300-0 km/h in 6″66
0-320 km/h in 17″68 (Porsche, dichiara molto meno per la grandiosa 917)
320-0 km/h in 7″28
– Velocità massima (indicativa): 440 km/h
– Massima accelerazione laterale con gomme stradali (Michelin Supersport): 1.6g
– Rapporto peso potenza: 1.2 kg/Cv

Come va in pista?
Nella prestazione rettilinea la Agera è oggettivamente un missile. Quello che le manca per chiudere il cerchio è una precisa valutazione della performance in pista. Se la Agera riuscisse a piazzare un tempo record anche al Nurburgring, probabilmente sarebbe la consacrazione definitiva.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.