Condividi

L’ELETTRICO E’ “STELLARE”. IL MARCHIO EQ DEL GRUPPO DAIMLER SFOGGIA CREATIVITA’ E INTENZIONI SERIE. LA EQA ANTICIPA LA VERSIONE TOTALMENTE ELETTRICA DELLA CLASSE A DEL FUTURO. DUE MOTORI ELETTRICI, 270 CAVALLI, FINO A 400 CHILOMETRI DI AUTONOMIA.

Il Salone di Francoforte offre al Gruppo Daimler la possibilità di spingersi in avanti con la strategia del nuovo brand EQ con due modelli. Oltre alla Smart Vision EQ Fortwo, il Gruppo presenta la Mercedes EQA, prefigurazione di un modello compatto – ad alimentazione elettrica – secondo il programma “EQ” lanciato da Mercedes a Parigi 2016 (in quell’occasione è stata presentata la Concept EQ, studio di un SUV coupé sportivo). , Entro il 2022 la strategia prevede che la Casa tedesca metterà sul mercato oltre 10 modelli con motorizzazione completamente elettrica.

La EQA intende dare un assaggio del volto che potrebbe avere una Mercedes elettrica nel segmento delle vetture compatte. Il design è, inoltre, una significativa provocazione: un electro-look, con superfici molto tonde e sinuose e un utilizzo molto avanzato della tecnologia di illuminazione (con laser a fibre ottiche).

A fronte di un corpo vettura di dimensioni contenute (lunghezza/larghezza/altezza: 4.285/1.810/1.428 mm; passo: 2.729 mm) evidenzia senza dubbio un’immagine Premium: proporzioni dinamiche, verniciatura Alu-beam, tetto panoramico in vetro, le caratteristiche superfici Black Panel (prendono colorazioni e illuminazioni differenti a seconda della modalità di guida scelta) al posto della classica calandra e ruote da 20″.

La Concept EQA è motorizzata con due propulsori elettrici – uno per asse – per una potenza totale di 270 Cv e una coppia massima di 500 Nm. La trasmissione, con trazione integrale, offre due programmi di marciaSport e Sport Plus – con una differente modalità di erogazione della coppia tra avantreno e retrotreno. Secondo Mercedes, per lo 0-100 sono sufficienti meno di 5 secondi.

I motori sono alimentati con batterie al litio, prodotti da un’azienda del Gruppo Daimler. A seconda del modello, i moduli di accumulatori possono arrivare fino a garantire un’autonomia di marcia di 400 chilometri.

La ricarica avviene attraverso induzione o la Wallbox installata nel proprio garage. Mercedes ha predisposto anche la possibilità di utilizzare la ricarica rapida (in 10 minuti si acquisisce abbastanza ricarica per 100 chilometri).

Condividi