Condividi

E L’AUDI R8 DIVENNE DA COLLEZIONE. ITALDESIGN PORTA A GINEVRA LA ZEROUNO, IL MODELLO CON CUI INAUGURA LA DIVISIONE “AUTOMOBILI SPECIALI” DEDICATE ALL’ALLESTIMENTO DI SERIE SPECIALI IN SERIE LIMITATA. LA BASE E’ L’AUDI R8 V10. QUASI TUTTE VENDUTE (E GIA’ SI PARLA DELLA SPIDER). SULLO STAND ANCHE LA AIRBUS POP UP, IDEA PIONIERISTICA DI UN’AUTOMOBILE TRASFORMABILE IN DRONTE PER SALTARE LE CODE (VOGLIAMO PORTARE IL GIA’INSOSTENIBILE TRAFFICO STRADALE ANCHE IN CIELO?!?)

L’Italdesign Zerouno è il primo modello della storica azienda torinese (oggi di proprietà del Gruppo Volkswagen) nei panni di Atelier di Carrozzeria. Meccanicamente è un’Audi R8 10 cilindri: le scocche vengono prelevate ex-novo dalla linea di montaggio in Germania, inviate a Torino e qui assemblate seguendo, ove possibile, le specifiche del cliente.

La produzione è limitata a soli 5 esemplari (al prezzo di 1,5 milioni di euro). Ma Italdesign fa sapere che 4 di questi sono già stati venduti e che sono state ricevute “manifestazioni d’interesse” da più clienti potenziali interessati a una versione spider.

La carrozzeria è interamente in fibra di carbonio e l’allestimento di tutta la vettura, come rimarcato sullo sportellino d’accesso al bocchettone di rifornimento, avviene completamente a mano.

ITALDESIGN AIRBUS POP UP

Sviluppato in collaborazione con l’Airbus, è un veicolo composto da tre pezzi: una cellula abitativa (in fibra di carbonio), un modulo meccanico (a propulsione elettrica) per circolare normalmente su strada (poco più di 70 Cv, 100 km/h di velocità massima, 130 chilometri di autonomia) e un altro composto da un drone con otto eliche controrotanti (anch’esse motorizzate elettricamente) che trasformano il veicolo in un velivolo. Questo può spostarsi in volo per 100 chilometri a 100 km/h.

Tutta la gestione dello spostamento (l’airbus è un veicolo a guida autonoma) avviene attraverso una piattaforma informatica (naturalmente perfettamente integrata con uno smartphone): i passeggeri programmano un viaggio e Pop Up propone l’itinerario migliore: tutto su strada, tutto in volo o combinato.

Secondo le aziende coinvolte nel progetto, entro breve saranno pronti i primi prototipi per i test ed entro una decina d’anni potrebbe diventare una realtà concreta. Mancano, tuttavia, molte cose: a partire da una adeguata legislazione in materia.

SPECIALE SALONE DI GINEVRA 2017

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2017

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.