Condividi

PICCOLE GIOIE. ACCANTO ALLA YARIS WRC E CON LA BENEDIZIONE DELLA TS050 HYBRID, LA YARIS GRMN SEMBRA ESSERE LA PIU’ TITOLATA A DIVENTARE LA PRINCIPESSINA EL SEGMENTO. ACCANTO, UNA NUOVA PROPOSTA PER IL NOSTRO FUTURO AUTOMOBILISTICO. LA i-TRIM DISEGNA IL PROSSIMO SCENARIO DELLA MOBILITA’ SECONDO TOYOTA.

Il marchio giapponese concentra i suoi sforzi di inizio anno soprattutto con i modelli di piccolo taglio. Sullo stand sono presenti la nuova Yaris Model Year 2017, la sportivissima Yaris GRMN e il prototipo i-Trim.

TOYOTA YARIS RESTYLING

La Toyota Yaris, una vera best seller del segmento (sul mercato dal 2001, sorpasso dei 3 milioni di esemplari venduti nel 2016), si presenta a Ginevra con un nuovo modello. Il restyling estetico si deve al team dei designer della divisione Europea, che introdurrà i nuovi concetti anche sulla corrispondente Vitz, in vendita in Giappone.

Le novità hanno voluto dare alla Yaris un’immagine più dinamica e, nello stesso tempo, più matura e rifinita. La carrozzeria presenta nuovi scudi paraurti con una forma più tridimensionale, nuovo trattamento della calandra anteriore, restyling dei fari fendinebbia e nuova foggia dei fari. La fiancata accentua, ora, il dinamismo, mentre la coda presenta anche nuovi fari. L’abitacolo è stato aggiornato con nuova strumentazione, volante di nuovo disegno, nuovi diffusori d’aria e nuove opzioni bicolore per gli interni.

Le motorizzazioni propongono, alla base, un 3 cilindri 1.0 da 69 Cv e un nuovo 4 cilindri benzina di 1.500 cc. Eroga 111 Cv a 6.000 giri e 136 Nm a 4.400 giri. Unica nel segmento B, la Yaris è naturalmente disponibile anche nella versione Hybrid. Il motore ESTEC (Economy with Superior Thermal Efficiency) è un 4 cilindri 1.5 abbinato a un motore elettrico per complessivi 100 Cv di potenza e 111 Nm tra 3.600
e 4.400 giri. Il consumo medio combinato dichiarato è di 3,3 litri ogni 100 km.

La nuova Yaris Model Year 2017 è equipaggiata di serie con Pre-Collision System con Autonomous Energy Braking, Automatic High Beam, Lane Departure Alert e, sui modelli più di gamma più elevata, anche Road Sign Assist.

TOYOTA YARIS GRMN

E’ una autentica piccola bomba, la cui concezione è stata fortemente influenzata dal programma sportivo Toyota per il 2017, che vede il ritorno ai Rally con la Yaris WRC. Il design esterno evidenzia una forte aggressività per effetto degli scudi paraurti ad hoc, cerchi in lega da 17″ multirazza, terminale di scarico centrale e spoiler posteriore.

Nel panorama delle vetture per europee che animano il segmento B si profila come un’automobile unica per caratteristiche e performance. E’ infatti motorizzata con un 4 cilindri 1.8 turbo da 210 cavalli con trazione anteriore e cambio a 6 rapporti.

Il telaio, sviluppato al Nurburgring, è stato irrobustito e irrigidito (anteriormente anche con una barra duomi). La trasmissione è stata potenziata con l’introduzione di una differenziale Torsen a slittamento limitato. L’impianto frenante può contare su dischi maggiorati con pinze anteriori a 4 pompanti.

All’interno è personalizzata con sedili sportivi, volante della GT86, pedaliera sportiva.

TOYOTA I-TRIL

Sviluppata da Toyota Motors Europe rappresenta, secondo Toyota, una valida alternativa a una vasta gamma di veicoli: automobili del segmento A, del segmento B, veicoli elettrici, trasporto pubblico o motociclette.

E’ stata sviluppata sulla scia della filosofia Waku Doki (“battito del cuore”) così da dimostrare che le future automobili elettriche potranno sempre stimolare i sensi e le sensazioni che produce un’auto da competizione. Il cliente tipo della I-Tril è una 30enne o 50enne del sesso femminile con 2 figli e una filosofia di vita orientata al
lifestyle.

E’ lunga 283 cm e alta 146; presenta una carreggiata anteriore di 120 centimetri e posteriore di soli 60. L’accesso all’abitacolo avviene attraverso porte a farfalla. Il veicolo è in grado di guidare da solo oppure questa possibilità è lasciata al pilota, che utilizza comandi drive-by-wire. L’abitacolo è stato concepito secondo la configurazione 1+2: al posto guida (con sedile che ruota per permettere un facile
accesso al pilota) si affiancano due posti più piccoli per i passeggeri.

E’ motorizzata con un propulsore elettrico con oltre 200 chilometri di autonomia. Il suo punto di forza è la capacità di inclinare il corpo vettura fino a 10° con 25° di sterzo senza che alcuna delle 4 ruote perda contatto con l’asfalto.

SPECIALE SALONE DI GINEVRA 2017

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2017

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.