Condividi

L’ALBERO DELLA CUCCAGNA. A GINEVRA 2015 L’IMPERTURBABILE MANSORY PORTA 5 STRAVOLGIMENTI DI ALTRETTANTE FAMOSE AUTO SPORTIVE O DI LUSSO. ESTETICA QUASI IRRICONOSCIBILE E POTENZE PORTATE A LIVELLI GROTTESCHI.

Lo stand del tuner Mansory a Ginevra 2015 porta con sé ben 5 anteprime da guardare, studiare e giudicare. Mansory, sublime esponente di un nuovo barocco automobilistico (negli Anni 30 avrebbe fatto certamente ancora più fortuna), non conosce ostacolo all’abbellimento o alla trasformazione di una vettura fino a stravolgerne completamente la natura. E’ certamente il “genio della lampada” di chi desidera completamente uscire dall’anonimato e personalizzare fino al limite consentito il proprio esemplare e trasformarlo nella quint’essenza dell’unicità e dell’eccesso. A costo di creare una personalità completamente differente, quantomeno curiosa.

Mansory Lamborghini Huracan Torofeo. La Huracan ha ricevuto un completo trattamento “al carbonio”. Il musetto, tetto, cofano motore, specchi laterali, estrattore posteriore, ala fissa, e sfoghi d’aria per i parafanghi anteriori sono in fibra di carbonio. La carrozzeria, inoltre, è stata allargata di 30 mm davanti e 40 dietro e ora ospita ruote da 21″ con pneumatici 245/30ZR20 e 325/25ZR21 . Mansory ha poi dedicato particolare cura al motore: il V10 5.2 è stato modificato con un kit da 2 turbocompressori. Per rendere il motore più robusto sono stati aggiunti: nuove bielle e pistoni, nuovi alberi a camme, intercooler ad acqua e centralina elettronica. La potenza è cresciuta a 1.000 Cv, la coppia a 1.000 NM. Secondo Mansory la Torofeo brucia lo 0-100 in 2″9 e tocca 340 km/h.

Mansory Porsche Cayenne Turbo. La Cayenne di Mansory ha uno stile individualista, che lo distingue molto dal modello originale. La “sua” interpretazione prevede un nuovo musetto, archi passaruota allargati e posteriore pesantemente customizzato con due spoiler ed estrattore inferiore. Il V8 4.8 biturbo passa da 570 a 800 Cv. L’accelerazione 0-100 avviene in 3″9 e la velocità massima raggiungibile è di 300 km/h.

Mansory Bentley Continental GT Race. Mansory si è ispirato alla Continental GT3 per sviluppare una Continental che facesse sconcerto. La carrozzeria è più larga di 7 centimetri ed è stata modificata con un possente musetto anteriore che sfiora il suolo, nuovo scudo paraurti in coda con impressionante estrattore, immensa ala posteriore. Molte parti (cofani, specchi, spoiler, sono in fibra di carbonio). Mansory è quindi intervenuto sul 12 cilindri. Per effetto di nuovi pistoni, alberi a camme, turbo, centralina e impianto di scarico la GT Race scatena 725 Cv a 6.000 giri e 1.200 Nm a 2.100 giri. Per lo 0-100 sono sufficienti 3″9, la punta massima è di 330 orari.

Mansory Mercedes Classe G63 AMG Sahara. Grazie a Mansory la Mercedes G63 AMG acquisisce ancora più personalità e coerenza e, almeno esteticamente, si spoglia dell’immagine anticonformista. La carrozzeria, completamente in fibra di carbonio, riceve una vernice mimetica. Le parti principali (paraurti e archi ruota) sono ora più possenti. Il V8 5,5 biturbo viene potenziato da 525 a 828 Cv, con 1.000 Nm di coppia massima autolimitati. La G63 AMG Sahara riceve un nuovo rivestimento in pelle per l’abitacolo che riprende la fantasia della verniciatura.

Mansory Mercedes S63 AMG Coupe Diamond Edition. La Mercedes Classe S Coupé di Mansory “vince” solo per il colore, un blu opaco di un intenso straordinario. Il kit estetico comprende muso più “minaccioso” con splitter inferiore e nuova calandra, nuovo cofano con prese Naca. La fiancata prevedee nuovi parafanghi più larghi di 50 mm per ospitare ruote da 22″. In coda si nota il nuovo paraurti con estrattore in carbonio e scarichi geometrici. Al motore è riservato il kit di potenziamento M1000 che, modificando numerose parti, porta la potenza da 585 a 1.000 Cv e la coppia a 1.400 Nm. 0-100 in 3″2 e velocità massima limitata a 300 km/h. L’abitacolo non viene risparmiato ed è ri-sellato con pelle blu e bianca.

Speciale-Ginevra-2015-0-100_small

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2015