Condividi

SCARPE FINE, CERVELLO GROSSO. PAUL NEWSON, NUMERO UNO DELLA NUOVA DIVISIONE SPECIAL VEHICLE OPERATIONS (SVO) DEL GRUPPO JAGUAR-LAND ROVER PARLA DI UNA F-TYPE ALLEGGERITA CON LA POSSIBILITA’ DI MONTARE IL MOTORE IBRIDO DELLA FAVOLOSA C-X75, MAI ANDATA OLTRE LO STADIO DI PROTOTIPO.

La Jaguar F-Type Project 7 presentata recentemente al Festival of Speed di Goodwood lancia ufficialmente la divisione “Atelier” del Gruppo Jaguar-Land Rover, il reparto Special Vehicle Operations. Nello stesso tempo, rende omaggio alla leggendaria Type D di metà Anni 50. Ma questo modello potrebbe non essere già completo al 100%. Il punto è che la Jaguar F-Type Project 7, al di là dell’aspetto esotico, pesa pur sempre 1.585 kg anacronistici chili, una caratteristica che fa decisamente a pugni con la sua eccitante carrozzeria barchetta.

Anche se si tratta di qualche decina di chili in meno rispetto a una F-Type Convertible standard, è comunque un’esagerazione per una “sportiva pura senza compromessi”.

Secondo il magazine inglese Auto Express, Jaguar sta lavorando a una versione “alleggerita” della F-Type e, per lei, si parla di una altisonante motorizzazione: nientemeno che il motore C-X75: il suo piccolo 4 cilindri 1.6 con turbocompressore e compressore volumetrico forniva 500 Cv di potenza a 10.000 giri.

Paul Newson, boss di SVO, getta benzina sul fuoco: “La Project 7 pesa 80 kg in meno rispetto alla F-Type roadster ma ci sono motori più piccoli che partono da livelli di peso molto più contenuti. La Project 7 sarà la più leggera di tutte? Non ne sono sicuro, non l’abbiamo ancora inventata. Chi può dire dove saremo un domani? Il mondo sta andando verso il downsizing e, certamente, nel futuro non utilizzeremo più motori 8 cilindri con 5 litri di cilindrata”.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.