Condividi

La storia della Formula 1, per saperne di più clicca su questo articolo, non è solo ricca di grandi campioni e scuderie leggendarie non è solo ricca di grandi campioni e scuderie leggendarie ma anche di atmosfere glamour e grandi marchi che hanno a lungo associato il loro logo brand alle corse più veloci e viste del mondo. Tra questi c’è sicuramente Tag Heuer uno dei marchi di orologeria più di successo nel mondo.

1971: PRECISIONE AL MILLESIMO PER FERRARI

Il debutto di Tag Heuer nel mondo della Formula 1 avviene esattamente 50 anni fa, nel 1971 quando diventa la prima azienda di orologi a sponsorizzare una scuderia. All’epoca Ferrari investe grandi energie in precisione dei tempi in pista. Ma non vi sono ancora i computer, siamo in un’epoca preistorica. Gli ingegneri della Heuer sviluppano per il Cavallino il Centigraph, uno strumento elettronico capace di misurare i tempi con precisione di 1/1000 di secondo. L’azienda svizzera viene nominata fornitore ufficiale di strumenti di precisione per l’azienda di Maranello. La partnership dura per quasi tutti gli Anni 70 visto che si conclude nel 1979. Da sottolineare che fino al 1985 il marchio di riferimento aveva denominazione Heuer. Ma proprio quell’anno la TAG (echniques d’Avant-Garde) acquisisce la maison di orologeria e porta alla creazione del brand TAG-Heuer.

[foto: TagHeuer.com]
GLI ANNI 80 CON LA MCLAREN DI AYRTON SENNA

Il decennio successivo con la fusione tra Tag ed Heuer, l’azienda decide di passare con McLaren (nell’83 sviluppa con Porsche il V6 utilizzato sulla monoposto MP4). Sono gli anni vincenti di Alain Prost e del mai abbastanza compianto Ayrton Senna con un ritorno di immagine molto importante per l’azienda di orologi che lancia con successo il Tag Heuer Formula 1.

Ayrton Senna [foto: Tag Heuer.com]

PER UNDICI ANNI CRONOMETRISTA UFFICIALE DELLA FORMULA 1

Dalle sponsorizzazioni ad una singola scuderia, Tag Heuer dal 1992 al 2003 diventa la responsabile ufficiale cronometrista di tutta la Formula 1, aumentando ancora la sua visibilità per gli appassionati di motori di ogni parte del mondo.

DAL 2016 CON RED BULL

Dopo qualche anno di pausa, Tag Heuer torna nel Circus della Formula 1 e lo fa dalla porta principale visto che nel 2016 lega il proprio nome alla scuderia Red Bull, indubbiamente uno dei nuovi “padroni” della F1, un top team che se non vince, sicuramente battaglia fino all’ultimo per dominare le classifiche piloti e team in ogni stagione.

[foto: redbull.com]
Proprio alla Red Bull, è dedicato uno degli orologi della più recente collezione Tag Heuer della Formula 1. Una edizione speciale con i colori del team che fanno capolino in un gioiello di tecnica ed estetica.

Tag Heuer volge lo sguardo al presente, al futuro ma anche al passato ed è per questo che ha dedicato ad Ayrton Senna uno dei modelli più preziosi e straordinari della propria collezione attuale.

Il Tag-Heuer Formula 1 per Red Bull Racing [foto: Tagheuer.com]

NON SOLO MONOPOSTO: IL TAG HEUER MONACO

Guardando al passato non si può poi non ricordare la collezione Tag Heuer Monaco.. La prima collezione di questa serie fu lanciata nel 1969 in onore del Gran Premio di Formula 1 che ogni anno si svolge nel piccolo Principato di Montecarlo, quello che sicuramente è l’evento più glamour e mondano della stagione di Formula 1.

Il successo e la notorietà della collezione aumentarono ancora quando la star di Hollywood Steve McQueen lo indossò nel film Le Mans del 1971. Tag Heuer nel corso degli anni ha riproposto varie linee evolutive della serie originale. Attualmente sono disponibili sette modelli diversi, con cassa da 37 mm di diametro e movimento al quarzo o 39 mm e calibro automatico Heuer 02 interamente prodotto dalla manifattura.

A sinistra l’attore Steve McQueen, a destra l’iconico Tag-Heuer Monaco [foto: tagheuer.com]
Condividi