Condividi

SE FOSSE UN’AUTO SAREBBE UNA MINI. UN CAVALIERE TRA LE ONDE “PROUDLY MADE IN ITALY”. UNA GIORNATA DI CALDO SOLE AUTUNNALE SULLE SPONDE DEL LAGO D’ISEO OSPITI DI NAUTICA BERTELLI A PARATICO (BS). QUESTA E’ STATA LA PERFETTA CORNICE PER LA PRESENTAZIONE CON PROVE SUL LAGO DEL 280 GT, IL NUOVO PROGETTO DEL CANTIERE ITALIANO INVICTUS YACHT, DISEGNATO DA CHRISTIAN GRANDE DESIGNWORKS.

Tutto è nato dall’idea di dar vita a qualcosa di non convenzionale; una sorta di nautica 2.0 per la cantieristica da diporto alla ricerca di nuove nicchie di mercato osando nuovi stili. Il designer di Parma Christian Grande, al quale è stato affidata anche la scelta del logo, uno scudo crociato, quale sinonimo di vigore, protezione e fiducia, cavalcando l’onda delle esigenze dell’attuale mercato della nautica, ha fatto suo il concetto del “grande che si riduce”.

Il suo obiettivo, condiviso dal cantiere Invictus Yacht, sarebbe quello di regalare all’armatore desideroso di un’imbarcazione dalle dimensioni più contenute, le stesse percezioni se non anche le medesime emozioni del viaggiare a bordo di un grande yacht. Il robusto 280GT, disponibile nei colori Attack Grey, Dark Wood, Personal White e Vanilla Sea, è lungo 8,90 metri, largo 2,84 (peso con motore 2.200 kg) e può accogliere a bordo fino a 8 persone.

GLI ESTERNI

La sua possente prua “semi-rovescia” mostra fiancate dalle linee essenziali e pulite. La parte in navigazione della prua è comunque tradizionale con una porzione esposta quasi a piegarsi all’aria in modo da avere doppia capacità di penetrazione. Questo tipo di geometria a “guscio” sposta di fatto più avanti i limiti della struttura regalando più spazio a bordo e sotto coperta (1 cabina con finestrature laterali e piccolo bagno).

Gli oblò seguono un perfetto ordine, la cinta (la linea che “giunta” scafo e coperta) è pulita e lineare con una declinazione a cadere per poter risultare più elegante verso poppa. La prua e la poppa, entrambe minimal, paiono come “dialogare” tra loro in modo contrapposto bilanciandosi allo stesso tempo.

A BORDO

Salendo sulla barca si trova una spaziosa spiaggetta di poppa con il vano motore coperto con un cuscino prendisole che si può ampliare ruotando lo schienale posteriore. I classici bordi di finitura e profilature in legno di teak creano un effetto grafico d’impatto. A bordo si respira un rilassante “effetto salotto”: le poltrone potrebbero tranquillamente trovare posto nel salotto all’aperto sulla terrazza di casa. La zona centrale ospita un divano a L rivolto verso la zona timoneria che offre un doppio sedile ergonomico (peccato solo non siano previsti i poggiapiedi). Nel centro, un compatto mobiletto, attrezzato con fuochi, frigo e stipetti, si può trasformare all’occorrenza in una piccola cucina open air. Il tendalino è a comparsa.

LA PROVA IN ACQUA

Dopo un piacevole brunch in riva al lago, ci siamo divertiti a testare il 280GT pensandola come una prova di uscita per un rilassante pomeriggio.

L’Invictus 280GT si dimostra subito piuttosto agile e maneggevole; facile da manovrare anche per chi non è troppo esperto. Da amanti delle “alte prestazioni” non potevamo non osservare il comportamento della barca sull’onda. Anche se navigar per lago anziché per mare non è la stessa cosa, la barca si è comportata come un’ “alunna modello”; prende bene le onde, in virata non collassa sul fianco e, cosa importante, anche prendendo velocità (durante il test abbiamo raggiunto una velocità massima di 27kn-50km/h)e cavalcando le sue stesse onde, non indispettisce gli ospiti a bordo con fastidiosi spruzzi d’acqua.

La “prova dell’8”, che obbliga a saltare sulle proprie onde, è stata ben superata; il 280GT ha affrontato le onde alla stessa velocità confermando la sicurezza della barca e dello scafo. Con 6 adulti a bordo, possiamo dichiarare che, in caso di esposizione laterale, ha mantenuto un assetto importante e in virata non ha dato l’impressione di collassare sul fianco. Chi è attento anche ai dettagli prettamente estetici, non può non aver notato con favore la superficie laterale dello scafo che regala un piacevole effetto tridimensionale.

Inoltre, la scelta del designer di Parma di optare su quest’esemplare per un inconsueto color grigio (per alcuni un azzardo, per noi una scelta azzeccata) ha contribuito a creare delle originali ed eleganti suggestioni attraverso la luce e i riflessi sull’acqua.

MOTORE E PRESTAZIONI

Il 280GT by Invictus Yacht è equipaggiato con un motore Volvo 5.7 V8 benzina entrofuoribordo (max 320 Cv/240 kW) che gli consente una velocità massima di 38kn (circa 70,4 km/h).
Con un serbatoio di carburante (450 litri) e acqua (70 litri) mezzi pieni plana in 5 secondi e mezzo mentre con 7 adulti a bordo fa gli 0-30kn in 15 secondi.

PREZZO

94.700 euro (con possibilità di scegliere accessori ed equipaggiamento).