Condividi

“TROPPO PERFETTA”?. LA WILDTWELVE CONCEPT DI TORINO DESIGN HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA PER ESSERE… ESATTAMENTE UGUALE ALLA CONCORRENZA DI NICCHIA (PORSCHE 918, FERRARI LAFERRARI, MCLAREN P1, KOENIGSEGG REGERA…). A LEGGERE IL COMUNICATO STAMPA NON SI RIESCE A SCOPRIRE UN SOLO PICCOLO ELEMENTO PER OSANNARLA. INSOMMA: TROPPO PERFETTA, O TROPPO UGUALE, PER STACCARSI DAI COMPETITOR?

Il Salone del Parco del Valentino di Torino dello scorso weekend ha tenuto a battesimo il prototipo una nuova hyper car ibrida italiana, che sarà prodotta a Campogalliano, vicino Modena, negli ex stabilimenti della Bugatti costruiti dall’imprenditore Romano Artioli (dove ha avuto luogo la produzione dell’EB110 nei primi Anni 90).

Torino Design di Moncalieri, realtà italiana con un’esperienza decennale nei campi dello stile e dell’ingegneria, vede in quest’auto il futuro del design e delle altissime prestazioni di un’automobile ibrida.

La ATS Wildtwelve Concept è lunga 440 cm, larga 200 e alta 120. Presenta un stile abbastanza classico nell’ambito della berlinetta super-sportiva di matrice italiana, che ha nella Lamborghini Countach la sua capostipite: volume unico, musetto molto piccolo e spiovente, parabrezza molto inclinato, coda larga e possente, greenhouse molto compatta.

Il telaio è composto da una monoscocca in fibra di carbonio. La vettura è motorizzata con un’unità 12 cilindri sistemata in posizione posteriore centrale e abbinata a due motori elettrici, quest’ultimi sistemati sull’asse anteriore. La potenza massima complessiva erogata è pari a 860 Cv. Secondo il costruttore la ATS Wildtwelve, che dichiara 1.450 kg di peso, è capace di 2″6 sullo 0-100 e di toccare “teoricamente” 390 km/h.

La produzione sarà limitata a soli 30 esemplari.

 

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.