Condividi

Modello che vince non si cambia! Parigi 2012 dà il benvenuto al concept della Golf GTI. Presto la versione di produzione (I° semestre 2013).

Il prototipo dell’edizione numero 7 della Golf GTI debutta al salone dell’Auto di Parigi. Al di là delle novità estetiche che caratterizzano la Golf MK VII, poco cambia sotto il cofano.

Il noto 4 cilindri 2.0 TFSI del Gruppo Audi guadagna 10 Cv. Ora la potenza massima è pari a 220 Cv e la coppia a 350 Nm (70 Nm in più). Accelera sullo 0-100 km/h in 6,6 secondi, raggiungendo una velocità massima di 246 km/h.

Estetica, equipaggiamenti
La Golf GTI mantiene la griglia anteriore a nido d’ape con la scritta GTI, le pinze di colore rosso, fendinebbia anteriori, luci anteriori e posteriori a led, telaio sportivo GTI (con corpo vettura abbassato di 15 mm). In coda si distingue, rispetto alla Golf normale anche per i due scarichi ai lati del paraurti. La GTI MK7 monta di serie cerchi da 17, pneumatici 225/45, cambio meccanico a 6 marce.

Novità tecniche
La Volkswagen GOLF GTI MK7  è stata aggiornata con due accessori tecnici interessanti:

1) Servosterzo progressivo. Lo sterzo della GTI ha un rapporto di demoltiplicazione variabile. Tecnicamente, questo è possibile per effetto della dentatura variabile della cremagliera e del pignone. Inoltre, il motorino del servomeccanicsmo elettrico ha maggior potenza rispetto a quello normale.

2) Pacchetto Performance: la potenza aumenta a 230 Cv. Consentono una velocità massima di 250 km/h (stimata) e di soli 6,5 secondi sullo 0-100. Sono inoltre previsti freni più potenti e differenziale a regolazione elettronica (VAQ).

Interni
Il classico tessuto di rivestimento dei sedili, la famosa stoffa “Jacky”, è stata rivista nel design e rinominata Clark. I sedili sportivi sono di serie (ma con regolazioni solo manuali) come pure la classica leva del cambio con pomello a forma di pallina da golf.

Di serie, la GTI sarà equipaggiata con climatizzatore, sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore e impianto radio “Composition Touch” (tra l’altro con CD e slot per schede SD e interfaccia AUX-IN), volante multifunzione, pedaliera sportiva.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.