Condividi

COMPRESSORE ELETTRICO. VOLKSWAGEN ANNUNCIA UNA SERIE DI NOVITA’ TECNICHE DESTINATE A COSTRINGERE GLI ALTRI A “INSEGUIRE”: IL NUOVO 4 CILINDRI 2.0 TDI DA 240 CV ARRIVA A 272 CON L’UTILIZZO DI UN COMPRESSORE MOSSO DA ELETTRICITA’. NELL’AMBITO DELLE TRASMISSIONI, ECCO UN NUOVO CAMBIO DOPPIA FRIZIONE DSG DA 10 RAPPORTI!

Volkswagen si è posta l’obbiettivo di diventare il costruttore più eco-sostenibile del mondo entro il 2018. Un traguardo ambizioso e che si traduce nell’obbligo di investire molto in ricerca per produrre auto che siano sempre più parche nei consumi e “gentili” nelle emissioni (oltreché per rendere sempre meno inquinanti anche i processi di produzione).

I risultati di questo ambizioso e difficile progetto sono stati illustrati in un workshop che si è tenuto presso il circuito di prova dell’Ehra-Lessien. Nel corso della conferenza sono stati illustrati gli ultimi risultati della ricerca Volkswagen in termini di tecnica motoristica e infotainment.

IL 4 CILINDRI 2.0 TDI CON LA PIU’ ALTA POTENZA SPECIFICA

Recentemente il marchio di Wolfsburg ha presentato la nuova Passat equipaggiata con un innovativo 4 cilindri 2 litri TDI biturbo da 240 Cv. Con una potenza specifica di 120 Cv/litro, è il motore più performante al mondo da questo punto di vista. E nonostante una simile potenza (la velocità massima della Passat con questo motore è di 240 km/h) dichiara un consumo medio di 5,3 l/100 km.

Ma Volkswagen fa sapere che i limiti di questo motore non sono ancora stati raggiunti: utilizzando un differente sistema di fasatura variabile ma, soprattutto, un compressore a funzionamento elettrico, che riduce il “turbo lag” a livelli molto contenuti, questo 4 cilindri può arrivare a 272 Cv.

DOPPIA FRIZIONE A 10 MARCE

Nell’ambito dello studio delle trasmissioni, Volkswagen ha presentato un nuovo cambio a doppia frizione DSG con 10 rapporti, che riesce a tollerare sforzi fino a 550 Nm di coppia massima.

Si chiama DQ550 e non è un’evoluzione dell’attuale trasmissione DQ200 a 7 rapporti ma della più vecchia unità DQ250 con 6 marce. Dispone, inoltre, di una nuova funzione “sailing” per risparmiare carburante e di un sistema di recupero di energia elettrica.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.