Condividi

CI SONO RIMASTI SOLO I SOGNI. PARLANDO DI SUPER-BERLINE, E’ ALTAMENTE PROBABILE CHE I TEMPI DELLA OPEL OMEGA LOTUS (377 CV A FINE ANNI 80!) E DELLA LANCIA THEMA 8.32 (CON L’8 CILINDRI DELLA FERRARI 308) NON TORNERANNO MAI PIU’. CI SONO, E’ VERO, LE AUDI RS6, LE BMW M5 E LE MERCEDES E63 AMG MA MANCA, FORSE, QUELLA PUNTA DI FOLLIA CHE CI SI POTEVA PERMETTERE ANCORA 20 ANNI FA. CONSOLIAMOCI CON IL PROTOTIPO CHE AUDI PRESENTERA’ AL PIU’ GRANDE RADUNO EUROPEO DI VOLKSWAGEN E AUDI “TRUZZE”.

Si avvicinano le date del Wörthersee Tour 2014 il più importante raduno europeo di Tuning per i marchi del Gruppo Vw-Audi. Come ogni anno la Casa Madre partecipa ufficialmente con alcuni “regali” che stuzzicheranno l’insana fame di alettoni e cavalli dei partecipanti. E’, nello stesso tempo, un’ottima occasione per dimostrare dove può facilmente spingersi il potenziale progettuale del gruppo.

Le tematiche che Audi ha sviluppato per questo sconcertante prototipo sono la A3 berlina e il motore 2.5 TFSI (attualmente montato sulla RS Q3 e sulle Donkervoort D8 GTO che si avvalgono dell’assistenza ufficiale del brand di Ingolstadt). Introdotto per la prima volta sull’Audi RS3 e riproposto sulla TT RS questo propulsore (5 cilindri turbo) è stato potenziato da 340 a 525 cavalli con 600 NM tra 2.300 e 6.000 giri.

La trasmissione si avvale di trazione integrale Quattro con frizione Haldex e cambio a doppia frizione S-Tronic con 7 rapporti.

SI PARTE DA UN’AUDI S3 BERLINA

Rispetto al modello di serie, l’assetto è stato ribassato di 10 mm e sono stati introdotti ammortizzatori più rigidi. L’A3 Clubsport monta ruote da 21 pollici con canale da 9,5, pneumatici 275/25 R21 e impianto freni potenziato con dischi in carboceramica da 370 mm di diametro su tutte le ruote.

Anche il design è stato caricato di aggressività: si parte dalla colorazione Blu magnetic che dona alla vettura una carica sensuale potentissima. Anteriormente spicca la calandra single frame con cornice nero opaca e scritta “quattro” sulla griglia. Sotto, è stato montato un listello in CFRP (di questo materiale è anche il cofano) che si inserisce nelle grandi prese d’aria laterali.

Uno splitter in CFRP corre lungo tutta la parte inferiore della carrozzeria mentre gli specchi di piccole dimensioni e il tappo del serbatoio “a vista” contribuiscono ad aumentare la sportività.

La coda, apoteosi di “forza” propone una grande griglia inferiore che incornicia gli enormi scarichi ovali e, più sotto, si integra con il vistoso estrattore.

Il baule è provvisto di uno spoiler dinamico. In condizioni di riposo è a filo con la carrozzeria ma nelle frenate violente questo si solleva per assumere una posizione quasi verticale e aumentare la stabilità della coda.

PRESTAZIONI

L’ Audi A3 clubsport quattro concept dichiara 1.525 kg di peso, corrispondenti a un eccezionale rapporto peso/potenza di 2,9 kg/Cv. L’accelerazione 0-100 avviene in soli 3″6 e la velocità massima è di 310 km/h.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.