Condividi

FOLLIA AL QUADRATO. DALLA FOLLIA AL CUBO DELLA G63 AMG 6X6, MERCEDES TROVA CON LA G500 4×4² UNA DEGNA INSTALLAZIONE PER IL V8 BITURBO 4.0 DELLA MERCEDES AMG GT. E RISPETTO A UNA G500 NORMALE, LE CAPACITA’ IN FUORISTRADA SONO IMPARAGONABILI. 422 CAVALLI, TRAZIONE INTEGRALE CON 3 DIFFERENZIALI BLOCCABILI, ASSI “A PORTALE”, RUOTE DA 22 POLLICI CON PNEUMATICI DA 325 mm, ALTEZZA DI 2,25 METRI, ABITACOLO A 1 METRO DA TERRA.

Dall’Olimpo della Mercedes G 63 AMG 6×6 la casa di Stoccarda è… rimasta ancora nell’Olimpo. Per spiegare adeguatamente le potenzialità del motore V8 4 litri biturbo della AMG-GT anche su terreni non necessariamente asfaltati, è nata la G500 4×4², una G 63 AMG 6×6 privata di un asse di trazione ma non meno furiosa anche in fuoristrada.

Prendendo come riferimento una tranquilla Mercedes G500 di serie, con cui condivide la stessa scocca con passo invariato a 285 cm, la G 500 4×4² presenta un’altezza da terra più che doppia (45 centimetri contro 21), angoli d’attacco anteriore e posteriore molto più inclinati (52°/54° contro 36°/27°), profondità di guado di 100 centimetri (contro 60), carreggiate allargate di 30 cm (1.774 mm contro 1.475), ruote da 22″ con pneumatici 325/55 22 (la G500 monta cerchi da 18″ con gomme 265/60 18).

Le sospensioni si avvalgono di due sistemi molla-ammortizzatore per ruota, uno per uso convenzionale, l’altro dotato di controllo elettronico dello smorzamento e due programmi di assetto (Sport e Comfort).

La trasmissione integrale con tre differenziali bloccabili sfrutta il principio, come sulla 6×6, dell’asse a portale. A differenza della classica infrastruttura con asse rigido, in questo caso il centro della ruota è più in basso rispetto al semiasse di trazione. Questo ha permesso di alzare il corpo vettura di molti centimetri rispetto a una Mercedes Classe G normale.

Questa bestia alta quasi 225 centimetri presenta scudo paraurti anteriore e archi ruota in fibra di carbonio, interno con designo Exclusive package in pelle con cuciture a contrasto e tessuto Dinamica.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.