Condividi

IL TIGROTTO ESCE DALLA TANA. COME AVVENUTO PER LA BENTLEY CONTINENTAL GT3, FINALMENTE ANCHE LA BMW M6 SI SCROLLA DI DOSSO TUTTI I CHILI E IL NOIOSO COMFORT PER TRASFORMARSI IN UNA BELVA DA CORSA DA MENO DI 1.300 CHILI E OLTRE 500 CV DI POTENZA. LA SCOCCA E’ DI SERIE (MA CON GABBIA ROLLBAR INTEGRALE), COME PURE IL MOTORE, IL V8 4.4 BITURBO. CAMBIO SEQUENZIALE TRANSAXLE A 6 MARCE. IL PROTOTIPO HA FATTO QUALCHE CHILOMETRO SU STRADA. SARA’ LA DEGNA EREDE DELLA BMW 3.0 CSL?

La BMW M6 GT3 si è resa protagonista di una prima “timida” serie di test dinamici presso lo stabilimento di Dingolfing.

Il pilota Jörg Müller, ufficialmente il primo in assoluto ad aver avuto il merito di muovere gli ingranaggi della macchina, ha dichiarato ottimismo: “E’ un momento fantastico avvicinarsi a quest’auto così affascinante. Sono orgoglioso di averla portata su strada per i suoi primissimi chilometri. L’uscita è stata un primo test dinamico di performance ma, nel suo complesso, la macchina va molto bene e non ha avuto problemi. Il motore mi ha davvero impressionato. E’ potente e ha tanta coppia, caratteristica fondamentale per questo genere di vetture. Sono certo che BMW Motorsport darà ai propri clienti una macchina da corsa fantastica!“.

BMW sta rispettando il progetto: la macchina sta evolvendo verso il completamento del progetto nei tempi stabiliti. E’ motorizzata con lo stesso propulsore della macchina stradale, il V8 4.4 biturbo con tecnologia TwinPower Turbo e carter secco, adattato per le competizioni. E’ accoppiato a un cambio meccanico con azionamento sequenziale sistemato sul posteriore secondo lo schema Transaxle.

Fornisce una potenza complessiva di 500 Cv, rapportati a un peso inferiore a 1.300 kg.

La BMW M6 sarà ufficialmente nelle piste nel 2016. Si potrà schierare nei campionati nazionali e internazionali della serie GT3 nonché nelle grandi e prestigiose gare di durata.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.