Condividi

HYUNDAI DA BERE. LA LIBIDINE SECONDO HYUNDAI SARA’ LA NUOVA (PUNTO) G90, UNA SUPER AMMIRAGLIA CHE DIMOSTRA LA CAPACITA’ DEL BRAND DI METTERE IL CLIENTE AL CENTRO DEI PROPRI VALORI E DI SAPERGLI REGALARE PIENA SODDISFAZIONE IN OGNI ASPETTO DELLA SUA ESPERIENZA DI POSSESSO. PER ORA SI NOTANO NOTEVOLI SOMIGLIANZE CON L’AUDI A8 (FRONTALE) E LA MERCEDES CLASSE S (CODA). ENTRO IL 2020 ARRIVERANNO SEI NUOVE GENESIS.

Hyundai Motor svela i primi bozzetti della nuova ammiraglia a marchio Genesis, il blasone che eleva le vetture Hyundai allo status di automobili Premium di fascia alta.

Il “Nuovo Ordine Mondiale” secondo Hyundai è un concetto di New Luxury e sarà incarnato dalla G90. Nelle intenzioni del brand coreano, essa parlerà il linguaggio dell’innovazione e del cambiamento, massimizzando due aspetti ritenuti fondamentali:

  • tecnologia “human-centered” (l’individuo al centro dell’universo)
  • qualità dinamiche coinvolgenti

Questi obbiettivi saranno raggiunti dalla G90 attingendo al meglio dell’apporto della tecnologia per offrire prestazioni elevate in termini di sicurezza e innovazione tecnologica.

Ma sarà, soprattutto, una grande ammiraglia di lusso con contenuti Premium che, assicura, il brand, conquisteranno il cliente. Per attirare ancora di più la sua attenzione la Genesis G90 propone un design contraddistinto da Eleganza Atletica, concepito dal nuovo dipartimento Prestige Design Division.

Nelle prime immagini rilasciate si coglie l’idea di base della grande prossima avversaria di BMW Serie 7, Audi A8 e Mercedes Classe S (ovviamente più costose): frontale dominato dalla grande calandra trapezoidale, grande elemento inferiore con funzione di spoiler, fari anteriori sfuggenti e avvolgenti sul fianchetto anteriore, passo lungo, lunotto posteriore molto inclinato.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.