Condividi

E GUERRA SIA! HYUNDAI ENTRA NEL SEGMENTO DELLE GRANDI BERLINE DI LUSSO E SI SCONTRA DIRETTAMENTE CON JAGUAR, AUDI, MERCEDES, LEXUS E INFINITI. UN SOLO MOTORE, V6 3.8 DA 315 CV, 0-100 IN 6,5 SECONDI, 240 KM/H, 65.000 EURO E ALLESTIMENTO FULL OPTIONAL.

Incoraggiata dal grande successo sul mercato interno e negli Stati Uniti (dove è stata proclamata, nel 2009, Auto dell’Anno) nella prima fase di commercializzazione e, in seguito, in Cina e Medio Oriente, la Hyundai Genesis (di seconda generazione) arriva anche sul mercato europeo per alzare ulteriormente il livello del prestigio Hyundai.

Il già affollato segmento E si trova, quindi, a dover sostenere l’ingresso di una concorrente molto agguerrita. Perché, sulla carta, è un prodotto di elevata qualità, di grande livello per quanto riguarda l’equipaggiamento ma, soprattutto, per un rapporto qualità/prezzo che rischia di penalizzare la concorrenza tedesca, britannica e giapponese.

STILE ELEGANTE E POSSENTE

Il prototipo HCD-14, presentato a Detroit 2013, tracciò i volumi di quella che sarebbe divenuta la Genesis. Quell’avvenente prototipo illustrava i contenuti e la filosofia dello stile Fluidic Sculpture un nuovo modo di pensare al volto di un’automobile, non più solo orientato alla praticità ma anche capace di suscitare una adeguata emozionalità.

Da quel prototipo la Hyundai Genesis riprende le forme fluide e sinuose, caratterizzate da un ottimo coeffiente aerodinamico (appena 0,26), la grande griglia anteriore esagonale, i fari a Led (riproposti sugli specchi laterali per gli indicatori di direzione), il montante posteriore particolarmente inclinato.

L’abitacolo è il risultato di un complesso studio dell’ergonomia dell’ambiente, tradotto nella filosofia Human Machine Interface. La Genesis intende realizzare un elevato livello di qualità del comfort grazie alla dotazione e alla capacità di offrire tutti i controlli dei servizi di bordo in modo facile, intuitivo e facilmente raggiungibile.

MECCANICA

La Hyundai Genesis è motorizzata con un V6 di 3.8 litri con blocco motore e testata in alluminio, distribuzione bialbero, 24 valvole, fasatura variabile, iniezione diretta di benzina. Eroga 315 Cv a 6.000 giri e fornisce 397 Nm a 5.000 giri.

La trasmissione comprende il cambio automatico a 8 marce con sistema SHIFTRONIC® (paddle al volante)Drive Mode Select che modifica numerosi parametri: risposta della centralina, controllo di stabilità, assetto delle sospensioni, gestione dei cambi marcia e ripartizione della coppia di trazione secondo tre programmi: Normal, Eco e Sport.

La trazione, sulle 4 ruote, si affida al sistema HTRAC, un’infrastruttura leggera (75 kg di peso) che ripartisce la trazione secondo il Drive Mode Select: dalla trazione quasi esclusivamente posteriore, a una ripartizione uguale tra gli assi a maggiore coppia all’anteriore.

Le sospensioni, anteriori e posteriori multilink, si avvalgono del controllo attivo dell’assetto Continuous Damping Control (CDC) che

Infine, la Hyundai Genesis monta dischi freno anteriori da 360 mm di diametro e posteriori da 315 (tutti con pinze a 4 pompanti) supportati da ruote in lega leggera da 19″pneumatici 245/40 R19 e 275/35 R19.

PRESTAZIONI

Secondo il costruttore la Hyundai Genesis (1.980 kg di peso a secco) scatta sullo 0-100 in 6″5 e raggiunge 240 km/h. Il consumo dichiarato è di 16,2 l/100 km in città, 8,9 litri/100 km sui tratti extraurbani e 11,6 l/100 km nel ciclo medio combinato (normativa Euro 5).

IN LISTINO CON UN UNICA VERSIONE

In Italia il listino prevede un’unica versione: la Hyundai Genesis V6 3.8 GDI, al prezzo di 65.000 euro. La dotazione di serie è davvero completa:

– Sedili anteriori elettrici con 12 regolazioni, riscaldamento e ventilazione
– Sedili posteriori elettrici con riscaldamento e ventilazione
– Tendina parasole posteriore e laterali posteriori ad azionamento elettrico
– Tetto apribile elettrico
– Volante a regolazione elettrica
– Ventilazione con sensore di C02
– Climatizzatore automatico a 3 zone (sbrinatore parabrezza attivo)
– Baule con apertura Smart Trunk
– Automatic Vehicle Hold
– Sistema Around View Monitor con 4 telecamere
– Smart Cruise Control
– 9 airbag
– Gestione autonoma dei fari abbaglianti (High Beam Assist – HBA)
– Emergency Steering Support (ESS)
– Autonomous Emergency Braking (AEB)
– Electronic Stability Control (ESC)
– Anti-lock Brakes Assist System (ABS)
– Electronic Brake Distribution (EBD)
– Advanced Traction Cornering Control (ATCC)
– (Lane Departure Warning System – LDWS
– Lane Keep Assist System (LKAS)
– Tyre Pressure Monitoring System (TPMS)
– Assetto a controllo elettronico Continuous Damping Control (CDC)
– Head-up Display
– Sensore angolo cieco BSD (Blind Spot Detection)
– Rear Cross Traffic Alert
– Sensore LDWS (mantenimento della corsia di marcia)
– Schermo touch screen da 9″2
– Hard disk da 4,5 Gb
– Impianto audio premium “Lexicon®” (900 Watt, 17 altoparlanti)
– Assistenza al parcheggio (Smart Parking Assist System)
– Riduzione NVH (Noise Vehicle Harness)

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.